Facebook Pixel
Martedì 16 Agosto 2022, ore 13.10
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

ENAC, Assaeroporti e i gestori aeroportuali aderiscono alla Festa della Musica 2022

Economia ·
(Teleborsa) - La musica torna a essere protagonista negli aeroporti nazionali il 21 giugno, in occasione della Festa della Musica 2022, incentrata quest’anno sul tema ‘Recovery Sound & Green Music Economy’. L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC), Assaeroporti e le società di gestione aeroportuale italiane aderiscono per la quarta volta a questo rilevante evento culturale internazionale promosso nel nostro Paese dal Ministero della Cultura, dall’Associazione Italiana per la Promozione della Festa della Musica, dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea e dalla SIAE, in collaborazione con molti altri enti e associazioni culturali.

L’edizione di quest’anno è particolarmente importante per tutti gli aeroporti: rappresenta un momento simbolico di ripartenza per un settore tra i più colpiti dalla crisi innescata dalla pandemia, che ha portato a una contrazione senza precedenti dei dati di traffico passeggeri. Il prossimo 21 giugno, in otto aeroporti italiani verranno ospitati eventi, iniziative e esibizioni musicali rivolte sia ai passeggeri, sia alla numerosa comunità di lavoratori aeroportuali. Il repertorio spazierà tra vari generi, toccando la musica classica, quella popolare, leggera, il jazz, il pop, il rock e il country. All’iniziativa hanno aderito gli aeroporti di: Bari, Bergamo, Cuneo, Milano Malpensa, Napoli, Olbia, Torino e Trapani.

“Quando gli organizzatori ci hanno proposto di confermare la nostra adesione - ha dichiarato il Direttore Generale dell’ENAC Alessio Quaranta – ho risposto con l’entusiasmo di chi auspica che la Festa della Musica sia un festoso augurio di ripresa della normalità quotidiana e della consuetudine ai viaggi aerei. Mai come quest’anno questo evento racchiude un significato profondo di unione e resistenza e di ripartenza. Ringrazio tutti gli aeroporti che anche in un momento di difficoltà non hanno voluto mancare a questo appuntamento dando un significato ancora più profondo alla contaminazione che è propria della musica, come dei viaggi. Una Festa che diventa un ponte che unisce passeggeri, lavoratori aeroportuali, artisti e musicisti sotto l’egida della musica, dell’arte e della cultura”.

Valentina Menin, Direttore Generale di Assaeroporti, condividendo quanto espresso dal Direttore Generale dell’ENAC, ha affermato: “Siamo lieti di aver rinnovato l’adesione di Assaeroporti e degli aeroporti italiani alla Festa della Musica. Dopo due anni di pandemia, far risuonare note e melodie nei nostri scali significa tornare alla normalità e contribuire a trasmettere un messaggio di ripresa e speranza per l’intero Paese. Ringraziamo il Ministero della Cultura e l’Associazione Italiana per la Promozione della Festa della Musica per averci coinvolti e tutti gli aeroporti che hanno aderito alla manifestazione organizzando coinvolgenti esibizioni musicali per la giornata del 21 giugno. La musica, grazie al suo linguaggio universale, possiede uno straordinario potere unificante: supera confini, congiunge culture, perdura nel tempo. E in momenti storici difficili come questi, il mondo intero ha bisogno di quell’armonia che solo la musica, come forma d’arte, è in grado di donare”.



Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.