Facebook Pixel
Martedì 16 Agosto 2022, ore 09.26
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Draghi, Macron e Scholz in viaggio verso Kiev: vertice in treno

I tre incontreranno il Presidente Zelensky ribadendo la condanna alla Russia e il pieno sostegno all'Ucraina

Economia, Politica ·
(Teleborsa) - Il Premier italiano Draghi è in viaggio verso Kiev insieme al Presidente francese Emmanuel Macron e al leader tedesco Olaf.




I tre stanno raggiungendo la capitale ucraina in treno, seguendo un percorso blindato che da Medyka, cittadina polacca al confine. Nella notte hanno avuto un "vertice" a bordo del convoglio in vista dell’incontro con Volodymyr Zelensky al quale porteranno un forte messaggio di solidarietà che ribadirà la ferma condanna alla Russia e il pieno sostegno a Kiev e al popolo ucraino.


Intanto, secondo quanto riferisce Sky News, anche il primo ministro britannico Boris Johnson ha promesso "sostegno incrollabile" all’Ucraina da parte del Regno Unito nel corso di una telefonata con Zelensky. I due hanno discusso in particolare dell’"imperdonabile blocco del grano ucraino" da parte della Russia e Johnson ha affermato di sperare che "progressi" possano essere fatti nei prossimi giorni.

Conversazione telefonica anche tra il presidente degli Stati Uniti Joseph Biden e Zelensky il quale sottolineando "l’importanza e la tempestività» dell’ulteriore pacchetto di aiuti da 1 miliardo di dollari deciso da Washington ha voluto ribadire come "Il supporto alla sicurezza degli Stati Uniti non ha precedenti.

Altissima la tensione tra Russia e Stati Uniti. Ci sono esperti internazionali, anche in America, che stanno già dicendo che qualcosa non sta funzionando", ha detto in un’intervista a Ria Novosti il portavoce del Cremlino Peskov sottolineando che le relazioni fra Mosca e Washington sono al "punto zero". "Non esiste un dialogo russo-americano in quanto tale", ha aggiunto.

Colloquio telefonico anche tra il presidente Xi Jinping ed il suo omologo russo Vladimir Putin nel corso della quale è stato sottolineato come la Cina abbia sempre fatto sulla vicenda ucraina una valutazione da un punto di vista storico e "da ciò che è giusto e sbagliato, esprimendo giudizi in modo indipendente e promuovendo attivamente la pace nel mondo e la stabilità dell'ordine economico globale".

Xi Jinping ha osservato che "tutte le parti dovrebbero spingere per una soluzione adeguata della crisi in Ucraina in modo responsabile".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.