Facebook Pixel
Martedì 16 Agosto 2022, ore 12.15
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Api e corretta nutrizione, prosegue viaggio di Stefano Guindani e Banca Generali nella sostenibilità

Economia ·
(Teleborsa) - A inizio Novecento, Albert Einstein pronunciò una frase che, ai più, sembrò inutilmente apocalittica: "Se le api scomparissero dalla faccia della terra, all'uomo non resterebbero che quattro anni di vita". Oggi, però, questa citazione del fisico tedesco suona come un ultimatum non più ignorabile, in quanto le api stanno scomparendo e ciò comporta un serio rischio anche per gli esseri umani. Parte da qui il racconto del settimo capitolo di BG4SDGs – Time to Change, il progetto di Stefano Guindani con Banca Generali per approfondire lo stato dell'arte del processo di raggiungimento dei 17 obiettivi dell'Agenda ONU 2030.

In questa occasione, l'obiettivo di Stefano Guindani si è soffermato ad indagare la situazione relativa al Sustainable Development Goal (SDG) numero 2 "Porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un'agricoltura sostenibile". E per farlo, il fotografo è andato in Israele, nei pressi di Tel Aviv, per scoprire un innovativo lavoro finalizzato a preservare le colonie di api e consentir loro di dare il proprio fondamentale contributo per migliorare la capacità nutritiva del nostro Pianeta. I nuovi scatti sono disponibili a partire da oggi sui canali Instagram di Stefano Guindani e Banca Generali.



Qui Saar Safra ha inventato BeeHome, un progetto pensato per aiutare gli apicoltori e le popolazioni di api. Safra ha sviluppato un vero e proprio alveare robotico che si prende cura del ciclo di vita delle api. Alimentato a energia solare, BeeHome è a impatto zero e non si limita a proteggere le api da intemperie o agenti esterni. "È straordinario vedere come con le conoscenze tecnologiche e l'intelletto, oggi stiamo cercando di porre rimedio ai danni che involontariamente abbiamo portato all'ecosistema delle api. È solo grazie alla conoscenza e alla ricerca scientifica che miglioreremmo le condizioni di vita sul pianeta di tutti i suoi abitanti", ha commentato Stefano Guindani.

Presentato lo scorso 15 settembre 2021 a Milano, BG4SDGs – Time to Change proseguirà ora per altri 11 mesi al fine di approfondire tutti i 17 SDGs dell’Agenda ONU 2030. Per ciascuno di essi, la chiave adottata dal fotografo sarà duplice: da un lato si punta ad evidenziare l’azione negativa dell'uomo sull'ambiente e sulla comunità, dall’altro come lo stesso genere umano abbia invece una straordinaria capacità di recupero attraverso soluzioni innovative e sostenibile.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.