Facebook Pixel
Martedì 4 Ottobre 2022, ore 11.50
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Lo spettro recessione agita anche Wall Street

L'attenzione degli addetti ai lavori si concentra ora sui verbali dell’ultima riunione della Federal Reserve e sui dati sull’occupazione negli Stati Uniti

Commento, Finanza ·
(Teleborsa) - Si muove contrastata la borsa di Wall Street che ha riaperto i battenti solo oggi dopo il lungo weekend festivo. Tra gli investitori aumentano le preoccupazioni che l'azione delle banche centrali per contrastare l'inflazione finisca per provocare una recessione a livello globale.

L'attenzione degli addetti ai lavori si concentra ora sui verbali dell’ultima riunione della Federal Reserve, in arrivo domani mercoledì 6 luglio, durante la quale il costo del denaro è stato aumentato di 75 punti base: il mercato stima un'altra stretta di uguale dimensione questo mese e vede i tassi al 3,25-3,5% entro la fine dell’anno.

Altro importante appuntamento è venerdì 8 luglio quando sarà il turno dei dati sull’occupazione negli Stati Uniti, dove a giugno si stima un rallentamento della crescita dei posti di lavoro. L'agenda macroeconomica di oggi prevede invece, un aggiornamento sugli ordinativi industria

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones sta lasciando sul parterre l'1,49%; sulla stessa linea, giornata negativa per l'S&P-500, che continua la seduta a 3.789 punti, in calo dello 0,95%. Poco sopra la parità il Nasdaq 100 (+0,6%); leggermente negativo l'S&P 100 (-0,6%).


Risultato positivo nel paniere S&P 500 per i settori beni di consumo secondari (+1,43%) e telecomunicazioni (+1,43%). Nel listino, i settori energia (-5,87%), utilities (-4,53%) e materiali (-3,18%) sono tra i più venduti.

Tra i protagonisti del Dow Jones, Nike (+2,31%), Salesforce (+1,65%), Apple (+0,72%) e Home Depot (+0,67%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su United Health, che prosegue le contrattazioni a -4,60%.

Lettera su Chevron, che registra un importante calo del 4,25%.

Scende Caterpillar, con un ribasso del 3,78%.

Crolla IBM, con una flessione del 3,76%.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Zoom Video Communications (+6,84%), Datadog (+6,39%), Docusign (+6,17%) e Mercadolibre (+5,90%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Exelon, che prosegue le contrattazioni a -6,87%.

Vendite a piene mani su Constellation Energy, che soffre un decremento del 6,55%.

Pessima performance per Asml Holding Nv Eur0.09 Ny Registry, che registra un ribasso del 6,24%.

Sessione nera per American Electric Power, che lascia sul tappeto una perdita del 5,06%.

Tra i dati macroeconomici rilevanti sui mercati statunitensi:

Martedì 05/07/2022
16:00 USA: Ordini industria, mensile (atteso 0,5%; preced. 0,6%)

Mercoledì 06/07/2022
15:45 USA: PMI composito (preced. 53,6 punti)
15:45 USA: PMI servizi (preced. 53,4 punti)
16:00 USA: ISM non manifatturiero (atteso 54,5 punti; preced. 55,9 punti)

Giovedì 07/07/2022
13:30 USA: Challenger licenziamenti (preced. 20,71K unità).
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.