Facebook Pixel
Venerdì 30 Settembre 2022, ore 14.21
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

In calo i mercati europei, Milano paga crisi politica

Il presidente del Consiglio Mario Draghi è salito al Quirinale per un colloquio con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella dopo il voto al Senato sul Dl Aiuti che ha confermato la fiducia al governo senza il contributo dei pentastellati

Commento, Finanza, Spread ·
(Teleborsa) - Si muove in territorio negativo Piazza Affari. Stesso andamento al ribasso anche per le principali Borse europee. Intanto i listini USA mostrano scambi in rosso. La piazza milanese paga il rischio di una crisi di Governo. Il premier Mario Draghi è salito al Quirinale subito dopo il voto del Senato sul Dl Aiuti. L’Aula ha confermato la fiducia all'esecutivo ma - come ampiamente annunciato - il M5s non ha partecipato al voto risultando assente alla prima e alla seconda chiama.

Sul mercato valutario, sessione debole per l'Euro / Dollaro USA, che scambia con un calo dello 0,34%. Perde terreno l'oro, che scambia a 1.708,9 dollari l'oncia, ritracciando dell'1,46%. Prevalgono le vendite sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua la giornata a 93,28 dollari per barile, in forte calo del 3,14%.

In deciso rialzo lo spread, che si posiziona a +217 punti base, con un forte incremento di 13 punti base, mentre il BTP con scadenza 10 anni riporta un rendimento del 3,31%. Il differenziale in tensione fin dalla prima parte della seduta, dopo le dichiarazioni del Movimento 5 Stelle che ha comunicato l'intenzione di abbandonare l'Aula al momento della votazione in Senato sulla fiducia al decreto Aiuti, portando potenzialmente a una caduta dell'attuale maggioranza.

Tra i listini europei sensibili perdite per Francoforte, in calo dell'1,86%, in apnea Londra, che arretra dell'1,63%, e sotto pressione Parigi, con un forte ribasso dell'1,41%. Giornata nera per la Borsa di Milano, che mostra una discesa del 3,44%, portando avanti la scia ribassista di quattro cali consecutivi, avviata lunedì scorso; sulla stessa linea, perde terreno il FTSE Italia All-Share, che si ferma a 23.318 punti, ritracciando dello 0,93%.


Il controvalore degli scambi nella seduta odierna a Piazza Affari è stato pari a 1,6 miliardi di euro, in calo rispetto ai 1,73 miliardi della vigilia; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,59 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,46 miliardi.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, acquisti a piene mani su Saipem, che vanta un incremento del 5,69%.

Effervescente Amplifon, con un progresso del 2,06%.

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Telecom Italia, che ha archiviato la seduta a -6,40%.

Tonfo di BPER, che mostra una caduta del 6,17%.

Soffre Unicredit, che evidenzia una perdita del 6,11%.

Preda dei venditori Enel, con un decremento del 5,70%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Sanlorenzo (+2,96%), Ferragamo (+1,26%), Antares Vision (+0,92%) e Sesa (+0,88%).

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Technogym, che ha archiviato la seduta a -7,71%.

Si concentrano le vendite su Banca MPS, che soffre un calo del 7,01%.

Lettera su Anima Holding, che registra un importante calo del 6,09%.

Scende Mfe A, con un ribasso del 5,54%.

Tra le variabili macroeconomiche di maggior peso:

Giovedì 14/07/2022
06:30 Giappone: Produzione industriale, mensile (preced. -1,5%)
14:30 USA: Prezzi produzione, annuale (atteso 10,7%; preced. 10,9%)
14:30 USA: Richieste sussidi disoccupazione, settimanale (atteso 235K unità; preced. 235K unità)
14:30 USA: Prezzi produzione, mensile (atteso 0,8%; preced. 0,9%)

Venerdì 15/07/2022
04:00 Cina: PIL, trimestrale (atteso 0,6%; preced. 1,3%).
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.