Facebook Pixel
Giovedì 29 Settembre 2022, ore 05.50
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Banca Finint acquista Finint Revalue per rafforzarsi sugli NPE

Banche, Finanza ·
(Teleborsa) - Il gruppo Banca Finint ha finalizzato l'acquisizione di Finint Revalue, società specializzata nel credit asset management, che in questo modo entra formalmente nel perimetro del gruppo bancario. L'operazione consente di affiancare le attività di credit servicing di Finint Revalue a quelle di acquisto di portafogli, specialized lending e restructoring in capo a Banca Finint e di gestione di fondi con sottostante crediti deteriorati e inadempienze probabili di Finint Investments, con l'obiettivo di creare un'eccellenza in Italia nel mercato degli NPL e UTP.

Finint Revalue fungerà da servicer per i portafogli acquisiti da Banca Finint, oltre a continuare ad operare anche per clienti terzi. La società, avvalendosi di 90 collaboratori, nel 2021 ha registrato ricavi per 10,5 milioni di euro e un EBITDA pari a 1,5 milioni di euro. Al 31 dicembre 2021 gestiva asset per 3,6 miliardi di euro, dei quali 3,1 miliardi di euro di NPL e 0,5 miliardi di euro di UTP/PD.



L'operazione intende sviluppare il quarto pilastro di attività del gruppo, che si affianca a quelli del corporate investment banking, dell'asset management e del private banking. Nel quadro del piano industriale 2021-2023, Banca Finint ha fatto nel 2021 il proprio ingresso sul mercato delle acquisizioni di portafogli di NPE e ha, al contempo, rafforzato la propria struttura di restructuring e specialized lending a servizio dei crediti UTP, raggruppandole all’interno di un’unica unità di business dedicata.

Nel corso del primo anno di operatività quale investitore in NPE, Banca Finint si è focalizzata su portafogli di crediti prevalentemente ipotecari di size media, da 100.000 a 500.000 euro, coerenti con la forte specializzazione di Finint Revalue nella gestione di crediti di natura immobiliare. Nei prossimi anni il focus sarà quello di estendere l'operatività anche al bacino dei single name, per i quali la banca potrà mettere a disposizione di terzi o delle stesse società le proprie competenze nel restructuring e risorse finanziarie per facilitarne l'uscita da situazioni di difficoltà o contribuire a chiudere concordati in continuità.

Daniele Da Lozzo, attualmente AD di Finint Revalue, ne assumerà la presidenza. Luciano Colombini, consigliere esecutivo del CdA di Banca Finint con deleghe per i rapporti con i clienti corporate del Gruppo Banca Finint, assumerà anche il ruolo di amministratore delegato della società.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.