Facebook Pixel
Sabato 10 Dicembre 2022, ore 03.19
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Caro energia, la Germania prepara un pacchetto di aiuti da 65 miliardi

Economia ·
(Teleborsa) - La coalizione di governo guidata da Olaf Scholz ha varato un piano di aiuti del valore di circa 65 miliardi di euro per aiutare milioni di famiglie a far fronte all’impennata dei prezzi dell’elettricità. Una parte consistente della misura sarà finanziata tassando gli extra profitti delle compagnie energetiche che, ha detto il ministro delle Finanze Lindner, garantiranno allo Stato federale entrate a due cifre in miliardi di euro.

Il pacchetto è destinato a coprire il saldo del 2022 e del 2023, e l’importo complessivo sarà ancora più grande grazie ai contributi dei governi regionali. È il terzo piano di aiuti di Scholz da quando è entrato in carica meno di 10 mesi fa. I due precedenti avevano un valore di oltre 30 miliardi di euro.

Nel provvedimento sono previsti un pagamento una tantum per pensionati e studenti (a dicembre riceveranno rispettivamente un bonus di 300 e 200 euro, èer i pensionati dal 2023 scatterà anche un taglio fiscale da 5 miliardi), l'introduzione di un prezzo ridotto per i consumi finali di elettricità fino a una certa soglia, un nuovo biglietto per il trasporto locale a livello nazionale che sostituisca il biglietto mensile da 9 euro che questa estate ha avuto una grande successo (stanziati 1,5 miliardi di euro a questo scopo), un incremento degli assegni familiari pari a 18 euro al mese per il primo e il secondo figlio.

Berlino ha attivato nel frattempo la seconda fase del suo piano di emergenza per il gas a tre livelli e sta valutando la possibilità di allentare diverse politiche energetiche e ambientali per mitigare le conseguenze, tra cui l’estensione dei cicli di vita delle centrali nucleari e a carbone. "La Russia – ha dichiarato Scholz – non è un partner energetico affidabile. Supereremo questo inverno". In agosto l’inflazione tedesca è salita al 7,9% su base annua e secondo la Bundesbank potrà toccare il 10% entro fine anno, per la prima volta dagli anni Cinquanta.



Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.