Facebook Pixel
Sabato 26 Novembre 2022, ore 12.28
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Piazza Affari in rosso. Europa incerta a due velocità

Commento, Finanza, Spread ·
(Teleborsa) - La Borsa di Milano resta dimessa, mentre tiene meglio il resto dell'Europa, in attesa della riapertura di Wall Street. A deprimere i mercati contribuisce il deludente dato sugli ordini all'industria tedeschi e la decisione della Reserve Bank of Australia di alzare i tassi di 50 punti base, che anticipa la mossa restrittiva che sarà annunciata dalla BCE giovedì (75 punti base di rialzo).

Seduta in lieve rialzo per l'Euro / Dollaro USA, che avanza a quota 0,9949. Sostanzialmente stabile l'oro, che continua la sessione sui livelli della vigilia a quota 1.712,3 dollari l'oncia. Giornata da dimenticare per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia a 87,25 dollari per barile, con un ribasso dell'1,73%.



In lieve rialzo lo spread, che si posiziona a +239 punti base, con un timido incremento di 3 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 3,93%.

Tra i listini europei Francoforte avanza dello 0,32%, resta vicino alla parità Londra (+0,17%), e piatta Parigi, che tiene la parità.

Il listino milanese continua la seduta poco sotto la parità, con il FTSE MIB che lima lo 0,39%; sulla stessa linea, depressa il FTSE Italia All-Share, che scambia sotto i livelli della vigilia a 23.355 punti.

Senza direzione il FTSE Italia Mid Cap (-0,19%); sotto la parità il FTSE Italia Star, che mostra un calo dello 0,46%.

Tra i best performers di Milano, in evidenza Saipem (+1,67%), Campari (+1,32%), Recordati (+1,22%) e DiaSorin (+1,17%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su ENI, che prosegue le contrattazioni a -3,71%.

Tonfo di Tenaris, che mostra una caduta del 2,52%.

Lettera su Hera, che registra un importante calo del 2,43%.

Sotto pressione Mediobanca, con un forte ribasso dell'1,28%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Alerion Clean Power (+1,80%), Rai Way (+1,79%), Technogym (+1,50%) e ERG (+1,40%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Banca MPS, che continua la seduta con -5,08%.

Scende Seco, con un ribasso del 4,03%.

Crolla Ferragamo, con una flessione del 2,31%.

Soffre SOL, che evidenzia una perdita dell'1,95%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.