Facebook Pixel
Mercoledì 8 Febbraio 2023, ore 10.28
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Lavoro, cambiano i permessi della Legge 104: sparisce il referente unico

Economia ·
(Teleborsa) - Nuove regole per la disciplina dei permessi retribuiti ex Legge 104, che non spetteranno più ad un solo soggetto, ma a più soggetti individuati dalla disciplina. In particolare, scompare la figura del referente unico, cioè il soggetto titolare dei benefici economici e lavorativi. Con il messaggio numero 3096, l'INPS ha chiarito le novità introdotte dal decreto legislativo n. 105 del 30 giugno 2022, entrato in vigore il 13 agosto.



Il decreto legislativo in questione, in attuazione alla direttiva (UE) 2019/1158 del 20 giugno 2019, stabilisce che sia possibile a più di un lavoratore dipendente fruire dei giorni di permesso retribuito per l’assistenza ad una persona in situazione di disabilità grave. Non più un unico soggetto, quindi, ma più persone potranno beneficiare dei famosi 3 giorni di permesso al mese o delle ore di permesso equiparate.

Non è la prima volta che la Legge 104 ed in particolare la disciplina dei permessi e dell'assistenza vengono aggiornate. Sempre quest'anno la circolare n. 36 del 7 marzo 2022 aveva esteso la possibilità di richiesta dei permessi retribuiti ad una serie di soggetti, in particolare le coppie "di fatto" e le unioni civili tra persone dello stesso sesso, totalmente equiparati ai coniugi.

La fruizione dei permessi e del congedo straordinario è subordinata alla richiesta di autorizzazione all'INPS e non può essere semplicemente comunicata al datore di lavoro. Le ore di permesso dovranno essere utilizzate solo nell’interesse della persona con disabilità, non anche per motivi personali. In caso di inosservanza di queste regole si rischia il licenziamento.



Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.