Facebook Pixel
Lunedì 30 Gennaio 2023, ore 02.16
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Wealth management, Bortolan (Fideuram Direct): cresce utilizzo digitale, potenziale elevato

Economia ·
(Teleborsa) - "Il mondo del wealth management si muove da sempre fra strumenti digitalizzati - come trading e risparmio gestito, che sono dematerializzati, aperti, interconnessi, real-time - e interazione tradizionale con il cliente. L’utilizzo del digitale e degli advanced analytics nel Wealth Management sta crescendo e il potenziale è elevato". Lo ha detto Luca Bortolan, Responsabile Fideuram Direct durante la quarta tappa della Digital Wealth Management Community dedicata ai dati e alle piattaforme per l’innovazione dell’offerta e dei portafogli wealth, evento organizzato dal Centro di Ricerca su Tecnologie, Innovazione e Servizi Finanziari (CeTIF) costituito nel 1990 presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.





"Fideuram - ha proseguito - è sempre attenta all’evoluzione tecnologica e i nostri banker possono operare a distanza con i lori clienti, dall’apertura dei rapporti alla gestione del portafoglio. Il Gruppo Intesa Sanpaolo, compresa Fideuram, ha recentemente investito sulla piattaforma Aladdin di BlackRock per una migliore valutazione dei rischi, dell’offerta e del reporting nell’Asset Management e nell’Advisory. Un’unità dedicata di Fideuram sta sviluppando algoritmi e soluzioni per supportare i nostri banker nell’analisi più approfondita dei portafogli con un approccio sempre più personalizzato".

"Con Fideuram Direct in Italia e l’ingresso in Alpian, prima banca digitale private in Svizzera, svilupperemo il digital wealth management per consentire ai clienti più digitalizzati di iniziare l’operatività con noi direttamente tramite app ed investire su prodotti di risparmio gestito. L’obiettivo è sviluppare il segmento dei clienti più digitali, che preferiscono modalità in-self, mettendo a disposizione un advisor qualificato (già disponibile in Svizzera) per coniugare digitale e supporto remoto, perché la fiducia nel wealth management resta alla base di tutto e non può prescindere da un rapporto umano", ha detto ancora Bortolan spiegando che l’evoluzione della consulenza "richiede quindi una progressiva digitalizzazione e automazione dei processi, che agevoli i banker nel servizio al cliente. Col tempo, molti degli strumenti pensati per la clientela più digitale, se non tutti, potranno essere di forte utilità anche ai banker per gestire sempre meglio e ovunque i propri clienti".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.