Facebook Pixel
Lunedì 28 Novembre 2022, ore 21.57
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Grampioggia (HYPE): guardiamo a coopetizione per dare miglior servizio a clienti

Banche, Finanza, Fintech ·
(Teleborsa) - HYPE, banca digitale fondata nel 2015 e controllata da Illimity e Fabrick, ha appena stretto una collaborazione con Bitpanda, player europeo attivo nel settore negli investimenti retail e nel campo dell'infrastruttura investment-as-a-service. La neobank potrà ora ampliare la sua offerta permettendo ai propri clienti, oggi oltre 1,7 milioni, di investire in più di 2.500 risorse tra azioni frazionate ed ETF, e acquistare metalli preziosi.

"Siamo sempre in ascolto dei nostri clienti e - chiedendo loro cosa vogliono da noi, oltre ad analizzare i dati - abbiamo voluto fare questa partnership. Siamo stati fortunati perché l'ecosistema di Fabrick e del Fintech District ci ha permesso di entrare in contatto con una realtà come Bitpanda, e questo ha fatto match con le nostre necessità e quelle dei nostri clienti", ha spiegato a Teleborsa Luca Grampioggia, Deputy CEO di HYPE, in occasione della settima edizione dal Salone dei Pagamenti.




"Siamo partiti nel 2015 con un obiettivo: semplificare la gestione del denaro delle persone, quindi vogliamo risolvere quei problemi quotidiani nella gestione del denaro - ha raccontato Grampioggia - Siamo partiti con il nostro core, la gestione dei pagamenti, ma poi pian piano nel nostro modello di piattaforma abbiamo guardato a servizi che vanno oltre al pagamento semplice. Abbiamo iniziato a introdurre la gestione di fondi, abbiamo iniziato a introdurre sistemi di royalty, e questa sul trading e gli investimenti è una partnership molto importante".

Sull'evoluzione del profilo dei clienti, il manager ha detto: "Più del 60% dei nostri clienti va dai 18 ai 39 anni. L'equazione cliente giovane-cliente digitale non è proprio così scontata. Vediamo che anche oltre questa età ci sono dei comportamenti super-digitali, quindi è più un aspetto comportamentale delle persone. Abbiamo clienti più digitali anche sopra i 40-50 anni. Vero è che ci rivolgiamo a un pubblico che strizza gli occhi a queste novità, quindi a un pubblico giovane".



Allargando lo sguardo ai cambiamenti del mercato, Grampioggia ha spiegato che "se penso alla competizione e alla partnership appena fatto con Bitpanda, sono convinto che qualche anno fa non l'avremmo mai fatta. Veramente stiamo parlando di open innovation e open finance, perché Bitpanda - oltre ad avere un'app per fare investimenti - ha anche un conto di moneta elettronica e una carta, quindi in competizione con noi. In realtà noi vediamo la competizione come coopetizione. In questo caso noi mettiamo le best practices e i migliori servizi all'interno della nostra app proprio per dare il miglior servizio ai nostri clienti. Questa è un'evoluzione che non mi sarei aspettato qualche anno fa".

"Quando siamo partiti noi il mercato era abbastanza vergine e questo significava per noi fare pochi clienti all'inizio, e infatti nei primi anni siamo stati fortunati ad avere un imprenditore del banking come Pietro Sella che ha creduto in noi e ci ha permesso di fare una crescita importante negli anni successivi - ha proseguito - Oggi il mercato è più affollato, ma fa parte del gioco".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.