Facebook Pixel
Mercoledì 30 Novembre 2022, ore 20.49
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Pagamenti, Occhipinti (Bancomat): molte opportunità per esercenti di non avere commissioni

Economia, Fintech ·
(Teleborsa) - "In Italia stiamo osservando uno spostamento verso i pagamenti con carta e un progressivo abbandono del contante, che comunque rimane. Vediamo crescere di oltre il 20% i pagamenti con carta, mentre vediamo sostanzialmente stagnare i prelievi. Questo vuol dire che, per tutte le operazioni che prima erano erogate in contanti, gli italiani hanno finalmente capito che non serve prima andare a prelevare e poi pagare in contati, ma si può usare direttamente la carta". Lo ha detto a Teleborsa Oscar Occhipinti, Direttore Marketing e Commerciale di Bancomat, in occasione della settima edizione del Salone dei Pagamenti.

"Anche sui micro-pagamenti c'è stato un grande passo in avanti, soprattutto per il contactless - ha aggiunto - Ormai è arrivato quasi al 65% delle operazioni fatte con carta e il contactless aiuta molto nei micro-pagamenti, perchè dando il senso di velocità porta la gente molto di più a utilizzare la carta anche per i piccoli importi".




"Ovviamente c'è ancora molto da fare - ha spiegato Occhipinti - Ci sono tante possibilità di fare meglio, gli operatori se ne sono accorti, e poiché sono loro che fanno il prezzo all'utente finale, soprattutto lato esercenti, ci sono molte opportunità per gli esercenti per non avere commissioni, ad esempio per importi fino a 15 euro. Il fatto che il costo del nostro circuito sia più basso rispetto ad altri aiuta gli operatori in questo tipo di opportunità da dare poi agli utenti finali".

Sul fronte delle partnership, il Direttore Commerciale di Bancomat ha detto: "Siamo aperti alle collaborazioni, ne abbiamo molte in essere e tante arriveranno. La più grande di queste è sicuramente quella con Discover, che è un circuito internazionale di stampo americano, che è anche proprietario di Diners International, con il quale abbiamo deciso di intraprendere una strada di apertura del mercato italiano, dando la possibilità ai nostri acquirer e alle nostre banche di accettare anche le carte estere che arrivano da tutto il mondo - e sono circa 280 milioni - ed essere accettate su quelli che sono gli esercenti italiani".



Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.