Facebook Pixel
Domenica 5 Febbraio 2023, ore 04.34
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Energia, Proxigas: serve una nuova strategia energetica per salvaguardare sviluppo e ambiente

Economia ·
(Teleborsa) - Si è svolta oggi la prima Assemblea Pubblica di Proxigas, l’Associazione di riferimento del settore gas, durante la quale è stato presentato il position paper dal titolo “Prospettive e ruolo del sistema gas tra sicurezza e competitività a supporto della transizione energetica” ed ha presentato le proprie proposte per la definizione di una nuova strategia energetica nazionale.

“Questa prima Assemblea di Proxigas, la Associazione di riferimento del settore gas nata dalla fusione di Anigas ed Igas, cade in un periodo di particolare complessità per il settore energetico, e in particolare per il sistema gas che sta attraversando una fase di profondo cambiamento", ha dichiarato Cristian Signoretto, presidente di Proxigas. "Per questo come industria nel suo complesso vogliamo contribuire in modo costruttivo alla prossima definizione di una nuova strategia energetica nazionale che, facendo tesoro - ha aggiunto Signoretto - dell’esperienza maturata in questi mesi e guardando al nuovo contesto geopolitico, consenta al Paese di evolvere verso nuovi assetti per garantire sicurezza e competitività delle forniture energetiche preservando il percorso di transizione energetica in atto”.





"È necessario ripensare le politiche energetiche nazionali ed europee acquisendo una nuova comune consapevolezza: la domanda di gas nel mondo continuerà a crescere nei prossimi anni e l’Italia, anche sfruttando la posizione geografica favorevole, ha l’occasione di diventare l’hub energetico europeo”, ha dichiarato il direttore generale di Proxigas, Marta Bucci, che ha presentato il documento dell'associazione. “Il sistema dei ‘gas’, ovvero l’insieme di metano e dei gas rinnovabili, potrà garantire la flessibilità necessaria a gestire la variabilità insita nel processo di transizione energetica e consentirne la concreta attuazione". "Per questo - ha proseguito Bucci - serve investire nelle infrastrutture e nella produzione nazionale di gas, biometano ed idrogeno”.

Durante la tavola rotonda, sono intervenuti: Gilberto Pichetto Fratin, ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica; Stefano Besseghini, presidente di Arera; Claudio Descalzi, amministratore delegato di Eni; Paolo Gallo, amministratore delegato di Italgas; Nicola Monti, amministratore delegato di Edison; Aurelio Regina, presidente del Gruppo Tecnico Energia Confindustria; Stefano Venier, amministratore delegato di Snam.








Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.