Lunedì 10 Agosto 2020, ore 23.10
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

I neofrugali

La ripresa sarà graduale, prudente e sobria

Alessandro Fugnoli
Alessandro Fugnoli
Strategist ed esperto in economia, fa parte dal 2010 del team Kairos Partners SGR come responsabile de "Il Rosso e il Nero"
1 2 3 4 »
Quando una recessione finisce, uno dei motori principali della ripresa è la domanda arretrata. Il classico esempio è l'automobile. Se è vecchia e malmessa, in tempi normali la si cambia. Se però il posto di lavoro diventa incerto si tiene quella vecchia, spendendo al massimo per qualche riparazione. Quando la recessione finisce, alla domanda ordinaria si somma quella di chi ha rinviato l'acquisto e le vendite di auto si impennano. Il risultato è che le vendite sono più alte nei primi due anni di ripresa che nei successivi.

Ora dobbiamo capire se con Covid è ancora così e la risposta non è scontata. Mesi di confinamento domiciliare per molti e di città vuote e negozi chiusi per quelli che hanno continuato ad andare al lavoro hanno creato un cambiamento psicologico che si unisce al permanere di un disagio legato ai rischi di contrarre il virus. Questo cambiamento è in parte un intorpidimento e in parte l'acquisizione di una nuova frugalità relativamente ai consumi meno necessari.

Non è, si noti, una frugalità a sfondo ideologico o moralistico e non è dovuta solo a vincoli economici, perché coinvolge anche chi questi vincoli può permettersi di non sentirli. È un comune sentire che ci si comunica gli uni con gli altri senza particolare enfasi. Se siamo circondati da persone che quest'anno non andranno in vacanza o faranno una vacanza sobria, troveremo naturale farlo anche noi e non ci peserà più di tanto.
1 2 3 4 »
Altri Top Mind
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.