Facebook Pixel
Venerdì 27 Maggio 2022, ore 20.40
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Sogno d'aprile

Perché non sta scritto che finirà così male

Alessandro Fugnoli
Alessandro Fugnoli
Strategist ed esperto in economia, fa parte dal 2010 del team Kairos Partners SGR come responsabile de "Il Rosso e il Nero"
1 2 3 »
Come un fungo allucinogeno, il posizionamento di portafoglio, quando è sbilanciato, altera la percezione delle cose, aumenta la pressione cardiaca e innalza i livelli di adrenalina.

Dopo cinquanta giorni di guerra e di dieta stabile di notizie negative su inflazione, tassi, crisi energetica e decrescita infelice a perdita d'occhio, le attese sul futuro sono passate dall'incrollabile ottimismo del 2021 a un pessimismo trasversale che coinvolge consumatori, imprese e mercati finanziari. Gli economisti hanno abbassato le stime sulla crescita, gli analisti quelle sugli utili e i gestori hanno ridotto la loro esposizione al rischio, cominciando proprio da quei settori di crescita, come la tecnologia, che l'anno scorso avevano brillato come una supernova prima dell'implosione finale.


Una volta alleggerito il portafoglio ed elaborato il lutto per avere venduto ben sotto i massimi, le notti dei gestori, prima funestate da incubi in cui tutto andava male, vengono ora funestate da incubi in cui va tutto bene. Al risveglio, il gestore, pallido e sudato, deve ora correre a ricomprare.

Il sogno del gestore ha due parti, una geopolitica e una economica. Nella parte geopolitica Putin, dopo avere conquistato Mariupol, ha bisogno solo di qualche settimana per prendersi il Donbass nella sua interezza, raggiungere l'obiettivo minimo della guerra e dichiarare conclusa con successo l'operazione. A quel punto l'America può dichiarare a sua volta la propria vittoria. In cambio di qualche striscia di terra ucraina, la Nato si allarga a Finlandia e Svezia e potrà ora posizionare missili a testata nucleare poco più in qua della periferia di San Pietroburgo. L'Europa potrà anch'essa salutare i nuovi equilibri accogliendo nell'Unione Ucraina, Georgia e Moldova, un costo economico notevole ma un rilevante successo politico.
1 2 3 »
Altri Top Mind
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.