Facebook Pixel
Lunedì 3 Ottobre 2022, ore 11.11
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

La sostenibilità in tempo di guerra: quali priorità?

In tempo di guerra tutto si ribalta e richiede la definizione di priorità da seguire mettendo in secondo piano quelle meno vitali

Fabrizio Pezzani
Fabrizio Pezzani
Professore ordinario di Economia Aziendale presso l'Università L. Bocconi. E' autore di libri e pubblicazioni sui temi di governance e controllo delle amministrazioni pubbliche e private e delle relazioni tra economia, etica e società.
1 2 »
La parola sostenibilità, come l'aggettivo sostenibile, hanno una comune etimologia derivante dal latino sustinere, composta da sub cioè sotto e tenere, così da significare un controllo che afferma la possibilità che un oggetto, una persona, un pensiero possono essere attuati in un equilibrio tra causa ed effetto in un orizzonte di lungo tempo.
Il termine è spesso stato usato nell'ambito della natura e del suo sfruttamento, ma oggi il tema della sostenibilità va declinato in sostenibilità naturale, sociale ed economica ed è nei programmi di tutti i governi.
Le tre visioni sono collegate fra di loro e vanno chiarite per evitare una confusione nell'uso delle parole.

Sostenibilità economica sta per l'idea di un percorso di crescita legato al concetto di equità con il perseguimento del bene comune. Il tema del bene comune è un'aspirazione, oggi diremmo utopica, che è stato posto con forza da quando l'uomo ha coscienza della vita comunitario; se gli interessi personali non trovano composizione nel bene comune una società è destinata a sciogliersi diventa cioè non sostenibile.


La sostenibilità ambientale è espressa dal rapporto tra beni naturali prodotti ed esistenti ed il loro consumo nei processi economici di produzione e consumo; tale rapporto dovrebbe consentire una stabilità tra risorse naturali, consumi e produzioni in modo che il contesto naturale non venga pericolosamente sottomesso ad obiettivi di guadagno oggi preminenti.

La sostenibilità sociale si declina con i termini di equità e di democrazia, riportando nei sistemi sociali il senso di solidarietà e di relazionalità che sono alla base di una società sostenibile. Tutte le dichiarazioni sui diritti dell'uomo a partire dalla Magna Charta Libertatum del 1215 sono incentrate sul diritto all'uguaglianza, ad un benessere che possa dare dignità alla persona, diritto all'assistenza sanitaria ed alla scuola, e ad un lavoro che consenta la dignità.

1 2 »
Altri Top Mind
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.