Sabato 6 Giugno 2020, ore 00.03
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Esami di Stato: comitato scientifico risponde ai sindacati alle domande su protocollo di sicurezza

L'Italia, ancora impegnata a fronteggiare l'emergenza coronavirus, prova a guardare con speranza al futuro e, seppur in mezzo a tante difficoltà, fa le prove generali della ripartenza.

"Quella degli Esami di Stato in presenza è, fuor di dubbio, una scommessa, una sfida ma è anche il segno della ripartenza della scuola, purchè tutto si svolga in piena sicurezza". Questo il messaggio lanciato da Marcello Pacifico, Presidente del giovane sindacato della scuola Anief che ha sottoposto domande precise alla valutazione del Comitato Tecnico Scientifico, che appunto ha dato parere positivo al Ministero.

"Noi - prosegue Pacifico - abbiamo ancora qualche dubbio ma siamo altresì convinti che è giusto che la scuola scaldi i motori insieme a tanti altri settori che provano a ripartire, a patto che sia garantita la salute di candidati, commissari, dirigenti scolastici e personale ATA.

Guardare al presente, con lo sguardo al prossimo futuro. "Il nostro impegno - sottolinea il Presidente - non si esaurisce qui visto che la prossima settimana con il Ministero discuteremo del protocollo per l'inizio del nuovo anno scolastico. Di certo, l'imminente maturità sarà un banco di prova per testare lo stato delle cose, per capire come la scuola, nel momento in cui la curva dei contagi sembra abbassarsi, potrà riprendere le attività in presenza, sempre ovviamente garantendo il massimo standard di sicurezza".

Altro tema spinoso oltre che molto delicato quella della responsabilità in merito al contagio da coronavirus come infortunio sul lavoro. "Difficile dimostrare se si prende a scuola, in un supermercato, piuttosto che durante un incontro tra amici". La questione è scivolosa, avverte Pacifico, che sollecita a breve chiarimenti da parte dell'Inail.

"Proprio in quest'ottica - conclude il Presidente - presenteremo emendamenti al Decreto Rilancio con l'obiettivo di definire parametri certi per capire come agire in sicurezza, in presenza. Occorre sgombrare il campo da qualsiasi equivoco evitando che possano arrivare condanne esemplari come avvenuto in passato. Penso ai terremoti, cadute di soffitti o altri incidenti rispetto ai quali spesso il personale scolastico non aveva colpe".
Altri Video
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.