Facebook Pixel
Venerdì 30 Luglio 2021, ore 03.00
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Scuola, Ministro Bianchi incontra i sindacati: le parole di Anief

"È stato un incontro a tutto tondo nel quale abbiamo affrontato diversi argomenti". Così il presidente nazionale Anief Marcello Pacifico al termine del primo incontro con il neoministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi. "Si è parlato soprattutto del Recovery Plan. Anief – ha affermato Pacifico – aveva già presentato delle proposte in settima commissione Cultura e attende, ora, il nuovo testo che verrà approvato dal governo e portato all'attenzione della Commissione europea". Un tema importante in quanto, come ha sottolineato il sindacalista, "in base all'idea che si ha nel Recovery Plan si dovrà discutere di tanti temi urgenti per la nostra scuola".

Il primo tema sul tavolo è quello delle misure necessarie per una riapertura in presenza. "Per riaprire le scuole in presenza e in sicurezza – spiega Pacifico – abbiamo bisogno di rivedere gli organici in base agli spazi dal momento che, purtroppo, il Covid non ci abbandonerà presto. Va, inoltre, rivista la campagna di vaccinazione in quanto la metà del personale scolastico è over 55 e dunque, pur essendo più rischio rispetto agli altri non ha ancora diritto al vaccino. C'è poi un problema di spazi, di aerazione e di rapporto tra alunni e insegnanti e alunni e personale amministrativo ed educativo. Bisogna dunque adeguare gli organici di fatto agli organici di diritto e prevedere la stabilizzazione attraverso dei canali riservati come ci chiede l'Europa che ha accolto il richiamo collettivo dell'Anief per tutti i precari della scuola". Sul fronte dei precari Pacifico ricorda anche il tema dei "docenti con il diploma magistrale che vengono licenziati degli insegnanti tecnico-pratici a cui non viene garantito il diritto a entrare nei ruoli della scuola". Non bisogna, inoltre, dimenticare gli insegnanti di sostegno: "mancano all'appello – afferma il sindacalista – insegnanti di sostegno specializzati nonostante abbiamo 24mila docenti che prenderanno la specializzazione e che avrebbero diritto a partecipare ai nuovi concorsi che sono attualmente stati bloccati".

Tra le questioni sollevate dall'Anief emerge il problema della mobilità. "Da due anni – sottolinea il leader dell'Anief – abbiamo docenti e ata ingabbiati che non riescono a riunirsi alle loro famiglie nonostante il grande numero di posti vacanti".

Con il ministro è stato affrontato anche il tema del diritto allo studio, all'inclusione e all'abolizione della disuguaglianza sociale che – afferma Pacifico – "si possono garantire soltanto estendendo l'obbligo scolastico all'ultimo anno dei licei o degli istituti tecnici superiori. Noi, come Anief, – ha concluso il leader dell'Anief – siamo pronti all'ascolto anche se non condividiamo la scelta del ministro Bianchi di rinviare le elezioni csp e pensiamo che anche in questo periodo di emergenza sanitaria sarebbe stato possibile rinnovare il consiglio superiore che rappresenta uno strumento utile per le determinazioni dell'amministrazione".




Altri Video
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.