Facebook Pixel
Lunedì 18 Ottobre 2021, ore 12.59
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Sostegno-Scuola, Tar Lazio boccia il Nuovo PEI. Aveva ragione Anief

"L'ultima sentenza del TAR Lazio rispecchia un po' le attività che Anief ha portato avanti con il suo studio legale sulle nuove certificazioni del PEI". Lo ha affermato Marcello Pacifico, Presidente del sindacato, in merito al rigetto del nuovo modello di Piano educativo individuale che viene redatto per gli studenti con disabilità ai fini della richiesta del sostegno.



"Nei mesi scorsi Anief aveva vinto le sue battaglie nei tribunali con i suoi legali sull'applicazione delle nuove norme sul PEI. Oggi, queste norme sono state annullate dal Tribunale amministrativo", ricorda il sindacalista, spiegando che è stato usato innanzitutto lo strumento del decreto per una materia, l'inclusione, che doveva essere normata con regolamento e non garantisce la congruità della norma rispetto alla riforma.

Per Pacifico, inoltre, le famiglie avrebbero dovuto far parte dei gruppi di lavoro sull'handicap che sono stati creati, i cosiddetti GLO, invece è stata esclusa, ma è fondamentale - afferma - che le scuole abbiano un team di esperti, anche retribuiti, per poter partecipare al progetto di inclusione di ogni alunno.

Il Presidente di Anief ricorda poi che è stata anche censurata la norma nella misura in taglia le ore agli alunni che hanno handicap così gravi da non permettere la frequenza di alcune attività.

"Quella del TAR è veramente una sentenza storica, che permette anche di rilanciare le iniziative che Anief porta avanti da dieci anni", sottolinea Pacifico, ricordando "siamo arrivati alla decima edizione di 'Non un'ora di meno', l''iniziativa che porta il sindacato a difendere i diritti di tutti quegli alunni e di quelle famiglie che chiedono non un'ora in meno di sostegno rispetto alle richieste delle scuole".

"Ogni anno - ricorda - le scuole chiedono un certo contingente di personale, ma l'amministrazione centrale riduce le ore e riduce l'assegnazione del personale. Quindi i nostri alunni, alla fine, non avranno lo stesso diritto all'istruzione di tutti gli altri".

"Siamo fieri di questa sentenza e ne parleremo nei prossimi giorni anche con Eurosofia, in un seminario dedicato, ne parleremo in Orizzonte Scuola, ma siamo pronti a rilanciare anche l'iniziativa 'Non un'ora di meno', perché vogliamo essere partecipi e vogliamo dare il nostro contributo sulle scelte da fare alla luce di questa sentenza, anche sul problema dei PEI che dovevano essere adottati entro un mese da oggi. Dobbiamo cercare di dare sicurezza alle famiglie, soprattutto mantenere e tutelare il diritto all'istruzione ed il diritto all'inclusione".
Altri Video
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.