Facebook Pixel
Giovedì 19 Maggio 2022, ore 21.40
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Scuola, Anief indica le priorità al Ministro per riprendere in presenza le lezioni

"Fortunatamente almeno le Regioni hanno chiesto di non differenziare tra bambini vaccinati e non sulle quarantene ma ancora una volta le scelte sono state sbagliate". Così il presidente di Anief, Marcello Pacifico, dopo aver incontrato il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi. "Non possiamo che ribadire quali sono le priorità per riaprire le scuole in presenza: bisogna intervenire sugli spazi ed oggi le
condizioni non ci sono, bisogna raddoppiare gli organici e ad oggi non sono state stanziate risorse per farlo, occorre sviluppare un piano di reclutamento che da una parte apra alle nuove generazioni ma dall'altra stabilizzi i precari", ha sottolineato Pacifico.

"Sembrano programmi vecchi di trent'anni eppure le soluzioni ci sono, serve però la volontà politica – ha aggiunto – vogliamo che il Governo rimetta la scuola al centro del Paese e soprattutto chi lavora. C'è chi in questo momento dovrebbe essere sospeso e non si capisce per quale ragione. Perché non si è vaccinato? Non è con il Green Pass che si può garantire la scuola dell'infanzia in sicurezza ma soltanto con spazi adeguati e con il giusto distanziamento".


"Rimangono aperte tutte le problematiche sulla mobilità, sui trasferimenti e sullo stesso organico di fatto che non corrisponde all'organico di diritto. Noi chiediamo un impegno del governo per risolvere tutte queste questioni, un provvedimento straordinario sulla scuola", è la richiesta avanzata dal presidente di Anief. "Non sono neanche i 100 euro che possono servire per il rinnovo del contratto. Lo abbiamo detto: ci vogliono risorse aggiuntive. Erano state promesse ma il governo ad oggi non ha mantenuto le promesse", ha concluso.
Altri Video
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.