Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Venerdì 28 Luglio 2017, ore 04.33
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Indici Americani e Asiatici
Ufficio Studi Teleborsa
Consultare il Glossario per la spiegazione dei termini impiegati.
DOW JONES
la settimana da lunedì 24 luglio
21/07/2017 - h.22,45 L’indice Dow Jones ha messo a segno una performance settimanale positiva, mostrando un lieve rialzo dello 0,13%. Peggiora più delle attese l'andamento del settore manifatturiero di Philadelphia, negli Stati Uniti. A luglio, l'indice relativo all'attività manifatturiera del distretto Fed di Philadelphia (Philly FED) è crollato a 19,5 punti dai 27,6 di giugno, risultando inferiore alle attese degli analisti che avevano stimato un calo a 24 punti. Va detto che un indice superiore allo zero indica che all'interno del distretto di Philadelfia ci sono nel settore manifatturiero più imprese ottimiste che pessimiste. Fra le varie componenti dell'indice, quello sulle condizioni degli affari è salito a 36,9 da 31,3 quello sui nuovi ordini è crollato a 2,1 punti dai 25,9 precedenti e quello sull'occupazione è sceso a 10,9 da 16,1 punti. L'indice sui prezzi pagati si porta a 19,1 dai 23,6 punti di giugno.
Grafico settimanale
Gli indicatori dell'indice DOW JONES
21742,15 Resistenza 2
Variazione % -0,27
21653,32 Resistenza 1
9,20 Performance da inizio anno %
21580,07 Last
Score 90
21564,49 Supporto 1
acquisto Outlook
21489,72 Supporto 2
Medium Term
NASDAQ COMPX
la settimana da lunedì 24 luglio
21/07/2017 - h.22,45 L’indice tecnologico, che include la maggior parte dei colossi tech a stelle e strisce, ha messo a segno una performance positiva del 2,21%. Scendono le richieste di sussidio alla disoccupazione in USA nella settimana del 15 luglio. I "claims" sono diminuiti di 15.000 unità a 233 mila, rispetto alle 248 mila riviste della settimana precedente (247 mila la prima lettura). Le attese del consensus erano di una crescita fino a 245 mila unità. La media delle ultime quattro settimane - in base ai dati del Dipartimento del Lavoro americano - si è assestata a 243.750 unità, un caslo di 2.250 unità rispetto alla settimana precedente. La media a quattro settimane viene ritenuta un indicatore più accurato dello stato di salute del mercato del lavoro, in quanto appiana le forti oscillazioni osservate settimanalmente. Infine, nella settimana all'8 luglio, le richieste continuative di sussidio sono salite di 28 mila unità a 1.977.000, risultando superiori ai 1.950.000 previsti dal consensus.
Grafico settimanale
Gli indicatori dell'indice NASDAQ COMPX
6385,60 Resistenza 2
Variazione % 1,19
6361,94 Resistenza 1
18,66 Performance da inizio anno %
6387,75 Last
Score 75
6338,28 Supporto 1
acquisto Outlook
6339,87 Supporto 2
Medium Term
S&P 500
la settimana da lunedì 24 luglio
21/07/2017 - h.22,45 L’indice S&P500 ha chiuso la sessione con un rialzo dell’1,01%. Scivola al di sotto delle attese l'indice manifatturiero Empire State di New York. L'indicatore elaborato dalla Fed di New York si è attestato a quota 9,80, risultando peggiore rispetto al +19,80 precedente. Il dato risulta decisamente inferiore alle attese che stimavano +15 punti. L'indice misura le condizioni del settore manifatturiero nel distretto di New York. Si ricorda che un livello del dato superiore allo 0 indica che la maggior parte delle compagnie riportano miglioramenti delle condizioni. Fra le varie componenti dell'indice, quello sui nuovi ordini è sceso a 13,3 punti. Le condizioni sul mercato del lavoro hanno registrato un piccolo incremento sul fronte degli occupati, ma non hanno registrato variazioni significative sulle ore lavorate. In calo l'indice sulle aspettative che si posizione a 34,9 punti, in calo di 7 punti rispetto a giugno.
Grafico settimanale
Gli indicatori dell'indice S&P 500
2477,13 Resistenza 2
Variazione % 0,54
2469,65 Resistenza 1
10,44 Performance da inizio anno %
2472,54 Last
Score 90
2462,17 Supporto 1
acquisto Outlook
2459,87 Supporto 2
Medium Term
NIKKEI 225
la settimana da lunedì 24 luglio
21/07/2017 - h.22,45 L’indice nipponico ha chiuso l’ottava sulla parità. La banca del Giappone ha mantenuto invariata la propria politica monetaria ultra-espansiva, ma ancora una volta ha rinviato il momento in cui prevede di raggiungere il suo ambizioso target per l'inflazione, rinforzando l'idea che si terrà dietro le altre principali banche centrali mondiali nel percorso di riduzione del massiccio programma di stimolo monetario. Come ampiamente atteso, la banca centrale giapponese ha confermato il riferimento per i tassi d'interesse a breve termine a -0,1% e il target per il rendimento dei titoli di Stato a 10 anni a zero. Invariata anche la guidance di politica monetaria, che prevede l'acquisto di titoli di Stato in modo da ampliare il proprio portafoglio di 80.000 miliardi di yen all'anno. L'istituto centrale nipponico ha tagliato a 1,1% la stima d'inflazione per l'anno fiscale che termina a marzo 2018 e a 1,5% per quello successivo, rispettivamente da 1,4% e da 1,7% delle precedenti previsioni.
Grafico settimanale
Gli indicatori dell'indice NIKKEI 225
20189,44 Resistenza 2
Variazione % -0,09
20136,02 Resistenza 1
5,16 Performance da inizio anno %
20099,75 Last
Score 80
20082,60 Supporto 1
stop Outlook
20055,54 Supporto 2
Medium Term
Avviso
Le Informazioni, in quanto frutto di stime e giudizi espressi al momento in cui vengono analizzate, possono essere soggette a cambiamenti e modifiche senza preavviso.
Qualsiasi decisione d'investimento presa sulla base delle presenti Informazioni è di esclusiva responsabilità dell'utente del sito.
Tali Informazioni non sono pertanto da intendersi in nessun modo come una sollecitazione al pubblico risparmio o all'investimento.