Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Domenica 25 Settembre 2016, ore 12.44
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Un agguato tra luci e ombre

Fabio Michettoni
Fabio Michettoni
Direttore Responsabile dell'Agenzia Teleborsa


Più che gli eserciti dispiegati sul campo di battaglia poterono i denari. Potrebbe essere lo scenario prossimo venturo, magari da qui al 2012, alla faccia di una globalizzazione che ha avuto l'unico effetto positivo di interconnettere il mondo.
I benefici della società aperta di Popper vanno a farsi benedire e al posto della conta di quante munizioni è piena la Santa Barbara, i Governi, pochi, contano quanti soldi hanno da spendere per allargare i propri confini.
Le Banche Cinesi hanno un mare di liquidità per comprare Bond stranieri e mettere le mani su asset strategici trasformando la crisi economica in un fatto puramente geopolitico con tutte le sue problematiche egemoniche. Oggi bastano 25 mld di Euro per assicurarsi il controllo di tutta l'attività commerciale del Mediterraneo che si dipana dal porto del Pireo. 25 mld di Euro di Bonds ellenici che farebbero comodo alle disastrate finanze greche prossime al default. E questo sarebbe solo l'inizio di un altro inaspettato effetto domino dai contorni poco delineati, ma che potenzialmente potrebbe volgere al dispiegamento di un nuovo ordine mondiale fatto di conquiste a suon di bigliettoni. La madre di tutte le crisi che frammenterebbe il fronte comune contrapposto ad arginare quella ancora in corso. Conseguenza pericolosissima dalla portata inimmaginabile.
Per avere i cinesi a navigare nel Mare Nostrum a oltre 7000 km da casa e dettare ordini, si deve essere tolleranti fino allo stremo, ma che direbbero i leghisti Padani se oltre al porto del Pireo scoprissero che anche il Pirellone, simbolo Lombardo, figurava tra i gioielli ereditati? Roba da farsi scoppiare le viscere. E poi a prezzo di saldo... 115 mln di Euro per spadroneggiare in piazza Duomo.
Scherziamoci su, ma mica poi tanto, tra le poche luci e tante ombre di questa crisi potrebbero consumarsi agguati stile medievale. I correttivi fin qui apportati se partiti da presupposti errati potrebbero essere molto pericolosi.

Altri Editoriali
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.