Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Lunedì 30 Maggio 2016, ore 06.46
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Wall Street a picco, selloff globale su timori Cina e tonfo petrolio

Finanza ·
(Teleborsa) - Il nuovo crollo del petrolio sotto i 30 dollari al barile, tornato ad alimentare i timori per la crescita globale e, le preoccupazioni per il rallentamento della Cina è stato il mix fatale che ha mandato in tilt la piazza di Wall Street, insieme alle altre piazze finanziarie mondiali.

A tutto ciò si sono aggiunti alcuni dati macroeconomici a due colori. Le vendite al dettaglio hanno registrato il ritmo più lento dal 2009; l'Empire state index è sceso drasticamente, sollevando dubbi circa le prospettive per l'economia; i prezzi alla produzione sono tornati a scendere alimentando nuovamente i rischi di deflazione negli Stati Uniti; a novembre le scorte di magazzino delle aziende americane sono calate più delle previsioni, mentre gli americani sono sempre più ottimisti sull'andamento futuro dell'economia, ma sono ancora incerti riguardo alla situazione corrente.

Gli indici principali sono sulla buona strada per chiudere questa settimana con perdite pesanti, anche se non così male come la scorsa settimana, quando l'S&P 500 è sceso di quasi il 6%. Ciò segnerebbe la terza perdita settimanale per tutti e tre gli indici.
A New York, forte calo del Dow Jones (-2,73%), che ha toccato 15.932 punti; sulla stessa linea, l'Indice S&P-500 crolla del 2,72%, scendendo fino a 1.870 punti. Pesante il Nasdaq 100 (-3,42%).

In discesa a Wall Street tutti i comparti dell'S&P 500. Tra i peggiori della lista dell'S&P 500, in maggior calo i comparti Energia (-4,00%), Information Technology (-3,44%) e Finanziari (-2,98%).

Nel frattempo continua la stagione delle trimestrali. Ieri sera a mercati chiusi, il colosso Intel ha alzato il velo sui conti riportando un bilancio complessivamente al di sopra delle attese degli analisti. Il titolo, nel dopo Borsa USA, ha perso molto terreno, a causa dei dubbi degli investitori sulla capacità del Gruppo di far fronte alla crisi del mercato dei personal computer, sopperendo alla minore domanda di questo settore con altri business, come ad esempio quello dei data center.

Penalizzato dai conti anche BlackRock: utili più deboli delle attese.

Focus sul titolo Goldman Sachs che ha deciso di risolvere la questione sulle cartolarizzazioni sui mutui con un patteggiamento.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.