Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Martedì 27 Giugno 2017, ore 05.42
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Unicredit, via libera dei soci a bilancio 2016

Dopo l'aumento il 62% della Banca in mano a investitori istituzionali

Finanza ·
(Teleborsa) - Via libera dell'assemblea degli azionisti di Unicredit al bilancio 2016 che si è chiuso con una perdita netta consolidata pari a 11,8 miliardi.

Dopo l'aumento di capitale da 13 miliardi di euro la nuova mappa di Unicredit vede investitori istituzionali che possiedono il 62% del capitale, di questi il 2% sono investitori di diritto italiani. È quanto ha affermato dal direttore generali del gruppo, Gianni Franco Papa, nel corso dell'assemblea degli azionisti. Gli investitori retail sono al 13%, i fondi sovrani al 10%, le Fondazioni sono al 6%. Il restante 9% è riferito ad altri soggetti indistinti.

"Stiamo andando avanti, abbiamo già ceduto il 50% e procediamo con il restante". Lo ha detto Gianni Franco Papa, Dg di Unicredit, rispondendo, nel corso delle conferenza stampa al termine dell'assemblea dei soci della banca, a una domanda sul processo di deconsolidamento dei crediti deteriorati. Il piano prevede una riduzione di quasi 20 miliardi di NPL (Non Performing Loans) entro la fine del 2019.

L'Assemblea ordinaria di Unicredit ha approvato a larghissima maggioranza il sistema incentivante 2017 per manager e particolari fasce di dipendenti del Gruppo e il piano di incentivazione a lungo termine 2017-2019 per il top management e dipendenti in altri ruoli chiave.

In sede straordinaria, l'Assemblea degli Azionisti ha attribuito al Consiglio di Amministrazione la facoltà di deliberare:

- nel 2022 un aumento gratuito del capitale sociale di massimi 3.181.011,56 corrispondenti a un numero massimo di 339.236 azioni ordinarie UniCredit, da assegnare al Personale della Capogruppo, delle banche e delle società del Gruppo, al fine di completare l’esecuzione del Sistema Incentivante 2016 di Gruppo;

- anche in più volte e per un periodo massimo di cinque anni dalla data della deliberazione assembleare, un aumento gratuito del capitale sociale di massimi Euro 187.539.740,00, corrispondenti a un numero massimo di 20.000.000 di azioni ordinarie Unicredit, da assegnare al Personale della Capogruppo, delle banche e delle società del Gruppo, al fine di eseguire il Sistema Incentivante 2017 di Gruppo e il Piano di incentivazione a lungo termine 2017-2019.

Unicredit "è una banca attraente dove, dopo l'aumento di capitale, gli investitori internazionali hanno complessivamente una partecipazione del 65%. Ma questo interesse si è allargato anche alle nostre obbligazioni, abbiamo avuto 200 nuovi investitori". A parlare Jean Pierre Mustier, Amministratore delegato di Unicredit, che lo ha dichiarato al termine dell'assemblea dei soci.

Mustier ha poi aggiunto che il Gruppo "è concentrato nell'applicazione del piano industriale che punta alla crescita organica. La rete sta lavorando moltissimo. Non abbiamo più niente da vendere, fatta eccezione per le dismissioni già comprese nel piano e da finalizzare nei tempi previsti, ne' da comprare".


A Piazza Affari il titolo di Unicredit sale dell'1,91%.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.