Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Martedì 17 Ottobre 2017, ore 02.16
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

SEN 2017, consultazioni su strategia energetica estese a fine agosto

Ambiente, Economia, Energia, Sostenibilità ·
(Teleborsa) - Il Ministero dello Sviluppo Economico e il Ministero dell’Ambiente hanno prorogato fino al 31 agosto il termine della consultazione pubblica sulla Strategia Energetica Nazionale (SEN) avviata lo scorso 12 giugno.

La proroga - spiegano i ministeri - è stata decisa in considerazione della rilevanza del tema e della complessità del documento in consultazione, che comprende sia diversi scenari energetici globali che vari focus su settori e misure specifiche, per dare un maggior tempo agli interessati di presentare le proprie osservazioni.

Che cosa è il SEN? Si tratta di un documento di pianificazione/indirizzo in materia energetica, elaborato dal governo in armonia con le direttive comunitarie e dietro consultazione di tutti gli attori, che ha lo scopo di indicare le priorità di breve e lungo periodo per conseguire, anche attraverso meccanismi di mercato, gli obiettivi della diversificazione delle fonti di energia e delle aree di approvvigionamento, del potenziamento della dotazione infrastrutturale, della promozione delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica, della realizzazione nel territorio nazionale di impianti di produzione di energia nucleare, del potenziamento della ricerca nel settore energetico e della sostenibilità ambientale nella produzione e negli usi dell'energia.

La SEN 2017 si pone un un importante obiettivo, coprire la metà dei consumi energetici nazionali con le fonti rinnovabili entro il 2030. Ciò implica elevare il target fissato dall'UE per la quota di produzione mediante rinnovabili dal 24% al 27%. Il documento si propone poi tre obiettivi: allineare i prezzi energetici all'UE, migliorare la sicurezza nell'approvvigionamento, decarbonizzare il sistema energetico. Tutto questo passando per un miglioramento dell'efficienza energetica e per il potenziamento del ruolo del gas.





Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.