Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Lunedì 21 Agosto 2017, ore 16.06
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Disoccupazione, l'INPS accetta anche le domande errate

Il provvedimento si riferisce alle indennità DIS-COLL e NASpI ed è valido per gli eventi del 2016

Economia, Welfare ·
(Teleborsa) - Errare è umano, specialmente quando si fa domanda per la disoccupazione. Ecco così che l'Inps ha stabilito che le richieste di indennità di tipo DIS-COLL presentate per sbaglio come NASpI (e viceversa) possono essere ritenute valide.

Lo comunica lo stesso istituto di previdenza, precisando che il provvedimento è valido per gli eventi di disoccupazione verificatisi nell'anno 2016, come già previsto per il 2015. Gli interessati dovranno presentare alle strutture territoriali dell’Istituto la domanda opportunamente corretta, assieme alla documentazione richiesta ai fini dell’accesso alla prestazione.

Le nuove richieste saranno inoltre acquisite con la medesima data di presentazione di quelle erroneamente inoltrate.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.