Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Sabato 23 Settembre 2017, ore 09.32
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Pirelli pronta a quotarsi nella prima metà di ottobre

L'intervallo di valorizzazione indicativo del prezzo dell’offerta globale di vendita è compreso tra un prezzo minimo di 6,30 euro per azione ed un prezzo massimo vincolante di 8,30 euro

Economia, Finanza ·
(Teleborsa) - Pirelli potrebbe tornare a Piazza Affari nella prima metà del mese di ottobre, "compatibilmente con le condizioni di mercato e subordinatamente al rilascio del provvedimento di inizio delle negoziazioni disposto da Borsa Italiana previa verifica della sufficiente diffusione tra il pubblico delle azioni ordinarie della società a seguito dell'offerta di vendita".

In data odierna, Borsa Italiana ha rilasciato il provvedimento di ammissione a quotazione sul Mercato Telematico Azionario (MTA) delle azioni del gruppo guidato da Marco Tronchetti Provera.

L'intervallo di valorizzazione indicativo del prezzo dell’offerta globale di vendita è compreso tra un prezzo minimo di Euro 6,30 per azione ed un prezzo massimo vincolante di Euro 8,30 per azione (corrispondente ad un intervallo di valorizzazione indicativa del capitale economico della Società compreso tra un minimo di Euro 6,3 miliardi e un massimo di Euro 8,3 miliardi).

L'Offerta di Vendita avrà ad oggetto un massimo di n. 350.000.000 azioni ordinarie, corrispondenti al 35% del capitale sociale di Pirelli, di cui (i) una percentuale minima del 10% da destinare all'offerta pubblica, rivolta al pubblico indistinto in Italia e (ii) una percentuale massima del 90% da destinare al collocamento istituzionale riservato ad investitori qualificati in Italia e ad investitori istituzionali all'estero.

Nell'ambito dell’Offerta Pubblica è previsto un lotto minimo di adesione pari a n. 500 azioni e un lotto minimo di adesione maggiorato pari a n. 5.000 azioni.

Intanto oggi il presidente di Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros Pietro, ha ribadito che la partecipazione in Pirelli non è strategica. "Il nostro piano di impresa prevede di non avere partecipazioni a lungo termine in aziende che non sono del nostro gruppo. Questo principio tuttavia si contempera con il principio del buon fine dell'investimento nostro e dei nostri clienti", ha dichiarato il top manager.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.