Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Mercoledì 7 Dicembre 2016, ore 21.21
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Pensioni, chiamata a decidere la Consulta

In un’intervista con il presidente Anief Marcello Pacifico, affrontiamo il delicato tema delle pensioni.

"Finalmente è arrivato il primo tribunale, quello di Palermo, che ha sollevato questione di legittimità costituzionale della legge 109 del 2015, voluta dal governo Renzi per ottemperare alla sentenza della Corte Costituzionale che aveva dato il via libera allo sblocco delle perequazioni delle pensioni superiori a tre volte il minimo Inps per il biennio 2012/2013".

Esordisce così il presidente Anief che prosegue l’intervista spiegando bene cosa è avvenuto.

"Secondo i giudici, il governo non ha rispettato, anzi ha eluso la sentenza della Corte Costituzionale, addirittura ha più che raddoppiato il blocco delle aliquote, rispetto anche a quanto previsto dal governo Letta per il triennio 2014/2016, e soprattutto ha violato gli articoli 33, 36 e 38 della Costituzione, di fatto arrivando ad una perdita del potere di acquisto di 3.000 euro netti".

Prosegue Pacifico "ecco perché, già come Anief in collaborazione con Radamante ma anche con Cisal, abbiamo deciso di avviare dei ricorsi che sono in corso di deposito".

Secondo il presidente, questa pronuncia di fatto "incoraggia un’azione risarcitoria e questo perché riteniamo che le nostre pensioni debbano essere adeguate al costo della vita ed è giusto quindi che i pensionati possano recuperare, attraverso i ricorsi, non solo quanto gli spetta per garantire le loro famiglie ma anche il benessere dell’intero paese".
Altri Video
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.