Facebook Pixel
Milano 17-apr
33.632,71 0,00%
Nasdaq 17-apr
17.493,62 -1,24%
Dow Jones 17-apr
37.753,31 -0,12%
Londra 17-apr
7.847,99 0,00%
Francoforte 17-apr
17.770,02 0,00%

Eurozona, indici PMI: a ottobre si intensifica contrazione e cala pressione prezzi

Economia, Macroeconomia
Eurozona, indici PMI: a ottobre si intensifica contrazione e cala pressione prezzi
(Teleborsa) - Ad inizio del quarto trimestre, il declino economico dell'eurozona accelera, come si evince dai dati provvisori raccolti dall'indagine PMI per il mese di ottobre 2023 di Hamburg Commercial Bank (HCOB) e S&P Global. Escludendo i mesi affetti dalla pandemia, la produzione del settore privato sta segnando il più forte rallentamento in quasi un decennio e anche i nuovi ordini stanno registrando un calo maggiore, evidenziando un peggioramento delle condizioni della domanda di beni e servizi. Nonostante le pressioni al rialzo dei prezzi dovute all'aumento del costo del petrolio, ad ottobre il tasso di inflazione di beni e servizi è un po' diminuito, scendendo ai minimi da febbraio 2021.

Secondo le stime preliminari, l'indice PMI manifatturiero è sceso a ottobre a 43 punti dai 43,4 precedenti, risultando inferiore ai 43,7 punti attesi dagli analisti. Una soglia che resta inferiore anche a quella critica di 50 e che denota ancora una contrazione dell'attività. Resta debole anche il PMI dei servizi, che scende a 47,8 punti rispetto ai 48,7 punti precedenti e si confronta con i 48,7 punti attesi. Di conseguenza, il PMI composito si porta a 46,5 punti dai 47,2 precedenti, attestandosi sotto il consensus (47,4 punti).

Fra le maggiori economie europee, la Germania mostra un miglioramento del PMI manifatturiero a 40,7 da 39,6 punti, contro un consensus di 40 punti e un calo del PMI sevizi a 48 da 50,3 (sotto il 50 atteso). In Francia, il PMI manifatturiero scivola a 42,6 da 44,2 (44,4 punti il consensus) e il PMI servizi sale a 46,1 da 44,4 (era atteso 44,6).

"Nell'eurozona le cose stanno andando di male in peggio - ha commentato Cyrus de la Rubia, Chief Economist presso Hamburg Commercial Bank - Il settore manifatturiero è in crisi per il sedicesimo mese, quello dei servizi per il terzo, ed entrambi gli indici PMI principali hanno subìto un altro duro colpo. Con solo alcune eccezioni, tutti i sotto-indici hanno inoltre una tendenza sempre più al ribasso. In generale ciò è indicativo di un ennesimo debole trimestre. Dopo due trimestri consecutivi di crescita negativa, non saremo quindi presi alla sprovvista nell'osservare una leggera recessione dell'eurozona durante la seconda metà di quest’anno".
Condividi
```