Facebook Pixel
Giovedì 29 Febbraio 2024, ore 21.58
Azioni Milano
09 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Lavoro, Istat: produttività in calo in Italia nel 2022 (-0,7%), aumenta il divario con Paesi Ue

Economia ·
(Teleborsa) - Nel 2022 il valore aggiunto dei settori che producono beni e servizi di mercato registra in termini di volume un rilevante incremento, pari al 4,1%. La produttività del capitale cresce in misura sostenuta (+2,7%) mentre è più contenuto (+0,4%) l’incremento della produttività totale dei fattori (PTF) che riflette progresso tecnico, cambiamenti nella conoscenza, variazioni nell’efficienza dei processi produttivi. La produttività del lavoro diminuisce dello 0,7% (tra il 2014 e il 2022 era aumentata in media dello 0,5%) per effetto di un aumento delle ore lavorate maggiore dell’incremento del valore aggiunto. Sono alcuni dei dati emersi dal report Istat sulle "Misure di produttività".

La produttività è comunemente definita come il rapporto tra il volume dell’output e degli input che concorrono alla sua realizzazione. Essa misura l’efficienza dell’impiego nel processo di produzione dei fattori primari, lavoro e capitale, ed è considerata un indicatore chiave di crescita economica e competitività, anche ai fini della valutazione della performance economica nei confronti internazionali.

Come anticipato, nel 2022 la produttività del lavoro è diminuita dello 0,7%, come risultato di un incremento delle ore lavorate più intenso di quello del valore aggiunto (rispettivamente +4,8% e +4,1%). La dinamica negativa della produttività segue un lungo periodo di crescita, seppur lenta (0,5% in media negli anni 2014-2022). Nell’intero periodo 1995-2022 la produttività del lavoro ha registrato una crescita media annua dello 0,4%, derivante da un incremento medio del valore aggiunto pari allo 0,8% e delle ore lavorate pari a 0,4%. Tra il 2009 e il 2014 la produttività del lavoro è cresciuta dello 0,9%, per effetto di una riduzione delle ore lavorate (-1,3%) più ampia di quella del valore aggiunto (-0,4%).

Nel periodo più recente, 2014-2022, la dinamica positiva del valore aggiunto e delle ore lavorate è stata accompagnata da una dinamica anch’essa positiva anche dell’input di capitale: l’incremento medio del valore aggiunto unitamente a quello delle ore lavorate (rispettivamente +1,4% e +0,9%) hanno determinato un effetto di crescita della produttività del lavoro mediamente dello 0,5%.

La disponibilità di dati per Paese su valore aggiunto e ore lavorate per attività economica, di fonte Eurostat, consente di effettuare confronti internazionali per la sola produttività del lavoro. I risultati mostrano, complessivamente, la persistenza di un ampio differenziale negativo nella dinamica della produttività del lavoro dell’Italia rispetto alle altre economie europee. Nel periodo 1995-2022, la crescita media annua della produttività del lavoro in Italia (+0,4%) è stata decisamente inferiore a quella sperimentata nel resto d’Europa (+1,6% nell’Ue27). Tassi di incremento più in linea con la media europea sono stati registrati dalla Francia (1,0%), e dalla Germania (1,3%). Anche la Spagna registra un tasso di crescita (+0,6%) più basso della media europea ma lievemente superiore a quello dell’Italia.

Il divario rispetto alle altre economie europee è risultato particolarmente ampio in termini di evoluzione del valore aggiunto: in Italia, nel periodo 1995-2022, la crescita media annua è stata dello 0,8%, assai inferiore a quella della media della Ue27 (+1,8%). Le ore lavorate, al contrario, hanno registrato variazioni complessivamente più limitate: una stazionarietà in Germania, +0,4% in Italia, +0.7% in Francia. Soltanto la Spagna, tra i principali Paesi Ue, ha segnato una crescita più accentuata (+1,2%).

Nel periodo più recente (2014-2022), la produttività del lavoro in Italia è aumentata dello 0,5% in media annua, con una modesta contrazione del divario di crescita rispetto all’Ue27 (+1,3%). La dinamica è risultata inferiore a quella della Germania (1,1%) ma superiore a quella della Francia (-0,1%). La Spagna registra una dinamica in linea con quella dell’Italia (+0,5%).

Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.