Facebook Pixel
Milano 24-mag
34.490,71 0,00%
Nasdaq 24-mag
18.808,35 +0,99%
Dow Jones 24-mag
39.069,59 +0,01%
Londra 24-mag
8.317,59 0,00%
Francoforte 24-mag
18.693,37 0,00%

Bayer prevede EBITDA in calo nel 2024. Per ora nessuna riorganizzazione

Finanza
Bayer prevede EBITDA in calo nel 2024. Per ora nessuna riorganizzazione
(Teleborsa) - Bayer, società tedesca e una delle principali multinazionali farmaceutiche a livello mondiale, ha chiuso il 2023 con vendite pari a 47,637 miliardi di euro, in calo dell'1,2% (FX & portfolio adj.). L'EBITDA prima degli effetti straordinari è sceso del 13,4% a 11,706 miliardi di euro. Questa cifra include un effetto valutario negativo di 375 milioni di euro (2022: effetto valutario positivo di 429 milioni di euro).

Il margine EBITDA prima degli effetti straordinari è stato del 24,6%, in calo di 2,0 punti percentuali rispetto all'anno precedente. L'EBIT ammonta a 612 milioni di euro (2022: 7,012 miliardi di euro) dopo oneri straordinari netti di 6,977 miliardi di euro (2022: 2,245 miliardi di euro). Gli oneri straordinari derivano principalmente da svalutazioni, attribuibili principalmente alla Divisione Crop Science. La perdita netta è stata pari a 2,941 miliardi di euro (2022: utile di 4,150 miliardi di euro). L'utile core per azione è diminuito del 19,5% a 6,39 euro.

"Per i prossimi 24-36 mesi, la società dedicherà le sue energie e la sua attenzione alla costruzione di una forte pipeline di prodotti farmaceutici, affrontando i contenziosi, riducendo il debito e continuando a implementare il suo nuovo modello operativo radicale Dynamic Shared Ownership (DSO) per migliorare le prestazioni", ha detto il CEO Bill Anderson.

"Al fine di ridurre i rischi legali e le relative incertezze, la società sta aggiornando la propria strategia e perseguendo nuovi approcci sia dentro che fuori dalle aule giudiziarie - ha spiegato - Bayer affronterà anche il suo debito. L'azienda mira a raggiungere un rating A attraverso una crescita redditizia e una modifica pianificata della sua politica dei dividendi. Bayer ha proposto di pagare il minimo legale richiesto per tre anni, come annunciato in precedenza".

Bayer prevede di generare un fatturato compreso tra 47 e 49 miliardi di euro nel 2024. L'azienda prevede un EBITDA prima delle voci straordinarie tra 10,7 e 11,3 miliardi di euro e un utile core per azione compreso tra 5,10 e 5,50 euro.

Sulla questione della struttura aziendale e di un'eventuale scissione del Gruppo, "la nostra risposta è "non ora" - e questo non deve essere frainteso come "mai", ha detto Anderson. "Naturalmente manterremo una mentalità aperta", ha aggiunto, ma dato il margine di manovra molto limitato dell'azienda, "la nostra priorità è affrontare le sfide, aumentare le prestazioni e creare flessibilità strategica. Siamo convinti che questo approccio sia la cosa migliore per Bayer".
Condividi
```