Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Venerdì 19 Ottobre 2018, ore 11.42
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Indici Europei
Ufficio Studi Teleborsa
Consultare il Glossario per la spiegazione dei termini impiegati.
DAX
la settimana da lunedì 15 ottobre
27/04/2018 - h.22,45 Settimana positiva per l’indice tedesco Dax che mostra una salita dello 0,32%. Peggiorano notevolmente le aspettative di crescita dell'economia tedesca. Ad aprile, l'indice ZEW, un indicatore anticipatore del sentiment dell'economia nei prossimi mesi, scende a -8,2 punti da +5,1 di marzo. Il dato, elaborato dall'Istituto di ricerca tedesco ZEW Institute, risulta anche molto sotto le attese degli analisti che avevano stimato una discesa fino a -0,8 punti. "Le ragioni di questa recessione nelle aspettative può essere ricercata nei conflitti internazionali su una possibile guerra commerciale degli Stati Uniti e dall'attuale corrente situazione in Siria", ha detto il Presidente dello Zew, Achim Wambach, aggiungendo che "il significativo declino di produzione, export e vendite al dettaglio avrà effetto negativo anche sullo sviluppo economico futuro". In peggioramento anche l'indice relativo al sentiment sulla situazione economica attuale, sceso a 87,9 punti (-2,8 punti rispetto al precedente). Anche questo indicatore fra l'altro appare inferiore alle stime degli economisti (88 punti). L'indice del clima relativo alla Zona Euro parallelamente è scivolato a 1,9 punti dai 13,4 precedenti e sotto i 7,3 punti previsti dal mercato.
Grafico settimanale
Gli indicatori dell'indice DAX
12457,10 Resistenza 2
Variazione % 0,32
12505,85 Resistenza 1
9,58 Performance da inizio anno %
12580,87 Last
Score 25
12615,53 Supporto 1
debole Outlook
12725,21 Supporto 2
Medium Term
FTSE 100
la settimana da lunedì 15 ottobre
27/04/2018 - h.22,45 Settimana tonica per l’indice britannico che chiude l’ottava con una salita dell'1,82%, Migliora la situazione dei conti pubblici della Gran Bretagna alla fine dell'anno fiscale chiuso a marzo 2018. Secondo L'Office for National Statistic della Gran Bretagna, il budget statale chiude il mese di marzo con un surplus di 5,9 miliardi, che porta il bilancio dell'anno fiscale aprile 2017- marzo 2018 in attivo per 112 milioni. E' la prima volta dall'anno fiscale 2001-2002. Il fabbisogno si è attestato nel mese di marzo a 1,3 miliardi di sterline che si confronta con un deficit di 1,2 miliardi a febbraio, ma nell'anno fiscale si registra un calo a 42,6 miliardi (3,5 miliardi in meno dall'anno prima pari a -7,6%). Un dato che appare il più basso dall'anno fiscale 2006-2007 e migliore delle stime formulate dall'ufficio per il bilancio che indicava un fabbisogno di 45,2 miliardi. Sempre a marzo, il debito netto del settore pubblico (escluse banche) è risultato pari a 1.798 miliardi di sterline (pari all'86,3% del PIL), con un incremento di 71,2 mld di sterline rispetto allo stesso mese dello scorso anno.
Grafico settimanale
Gli indicatori dell'indice FTSE 100
7363,86 Resistenza 2
Variazione % 1,82
7392,27 Resistenza 1
5,03 Performance da inizio anno %
7502,21 Last
Score 15
7478,11 Supporto 1
debole Outlook
7563,95 Supporto 2
Medium Term
CAC 40
la settimana da lunedì 15 ottobre
27/04/2018 - h.22,45Performance rialzista per l’indice della borsa di Parigi (+1,32%). Peggiora lievemente ad aprile il sentiment delle imprese manifatturiere francesi. Secondo l'Ufficio Statistico Nazionale francese (INSEE), l'indice relativo al sentiment della manifattura è diminuito a 109 punti dai 110 precedenti (dato rivisto da 111). Anche l'indice complessivo del clima degli affari è sceso a 108 punti da 109 punti. Fra gli altri settori, il sentiment nelle costruzioni rimane stabile a 107 punti, così come il settore servizi (stabile a 107). Si deteriora ancora quello del commercio al dettaglio a 110 da 113 punti, mentre scende anche il clima nel mercato del lavoro a 109 da 111 punti.
Grafico settimanale
Gli indicatori dell'indice CAC 40
5429,08 Resistenza 2
Variazione % 1,30
5433,40 Resistenza 1
12,77 Performance da inizio anno %
5483,19 Last
Score 60
5462,62 Supporto 1
acquisto Outlook
5491,84 Supporto 2
Medium Term
IBEX 35
la settimana da lunedì 15 ottobre
27/04/2018 - h.22,45 L’indice Ibex 35 ha chiuso la settimana con una performance positiva (+0,42%). L'industria spagnola subisce uno stop nel mese di febbraio. Gli ordini hanno registrato un calo dell'1,1% su base mensile dopo il - 0,9% rivisto di gennaio. Su base annua il dato al netto dell'effetto del calendario si è mostrato un incremento del 3,2% dal +6,8% del mese precedente. Lo comunica l'Istituto statistico spagnolo (INE) segnalando anche che il dato non corretto cala nettamente a +3,1% dal +10,6% di gennaio. Sempre a febbraio, il fatturato ha registrato invece un decremento mensile dello 0,2% dal -2% di gennaio. A livello tendenziale, il dato al netto degli effetti del calendario ha registrato un +4,2% dal +5,8% precedente, mentre a livello originario un incremento del 4,4% dal 9%.
Grafico settimanale
Gli indicatori dell'indice IBEX 35
9846,68 Resistenza 2
Variazione % 0,42
9873,05 Resistenza 1
6,13 Performance da inizio anno %
9925,40 Last
Score 25
9936,55 Supporto 1
debole Outlook
10000,05 Supporto 2
Medium Term
DJ-EStoxx50
la settimana da lunedì 15 ottobre
27/04/2018 - h.22,45 Settimana tonica per l’indice Eurostoxx che chiude l’ottava con una salita dello 0,70%. La BCE ha lasciato fermi i tassi di interesse così come il piano di Quantitative Easing (acquisti di titoli) fino a settembre, con la porta aperta a nuove proroghe. Gli acquisti di asset, infatti, potrebbero ridursi partire da settembre 2018, ma potrebbero andare avanti anche oltre se necessario, "e in ogni caso finché il Consiglio direttivo non riscontrerà un aggiustamento durevole dell’evoluzione dei prezzi coerente con il proprio obiettivo di inflazione". Lo ha spiegato il presidente dell'Eurotower, Mario Draghi, durante la consueta conferenza stampa post decisione, sottolineando che le ultime informazioni congiunturali "puntano a una certa moderazione, di una espansione che resta solida" ma "un ampio grado di stimoli rimane necessario" per assicurare un ritorno sostenuto dell'inflazione "verso livelli vicini al 2%".
Grafico settimanale
Gli indicatori dell'indice DJ-EStoxx50
3490,79 Resistenza 2
Variazione % 6,94
3496,99 Resistenza 1
6,94 Performance da inizio anno %
3518,78 Last
Score 25
3515,99 Supporto 1
debole Outlook
3534,99 Supporto 2
Medium Term
Avviso
Le Informazioni, in quanto frutto di stime e giudizi espressi al momento in cui vengono analizzate, possono essere soggette a cambiamenti e modifiche senza preavviso.
Qualsiasi decisione d'investimento presa sulla base delle presenti Informazioni è di esclusiva responsabilità dell'utente del sito.
Tali Informazioni non sono pertanto da intendersi in nessun modo come una sollecitazione al pubblico risparmio o all'investimento.