Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. X
Mercoledì 18 Ottobre 2017, ore 13.24
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Indici Europei
Ufficio Studi Teleborsa
Consultare il Glossario per la spiegazione dei termini impiegati.
DAX
la settimana da lunedì 16 ottobre
13/10/2017 - h.22,45 Settimana tonica per l’indice tedesco Dax che mostra una salita dello 0,28%. L'inflazione in Germania si conferma in lieve rialzo a settembre, avvicinandosi al target del 2% fissato dalla BCE. Secondo l'ufficio statistico Destatis, nel mese in esame, i prezzi al consumo sono aumentati dello 0,1%, confermando così la lettura preliminare, fornita lo scorso mese, e le stime di consensus. Anche su base annua la crescita viene confermata al +1,8%, in sintonia con la stima preliminare e con le previsioni del mercato. L'inflazione ha dunque registrato a settembre le stesse identiche variazioni percentuali registrate ad agosto. Quanto all'inflazione armonizzata, i prezzi al consumo sono rimasti invariati su mese mentre sono saliti dell'1,8% su anno.
Grafico settimanale
Gli indicatori dell'indice DAX
13082,49 Resistenza 2
Variazione % 0,28
13010,10 Resistenza 1
13,16 Performance da inizio anno %
12991,87 Last
Score 60
12937,71 Supporto 1
acquisto Outlook
12914,84 Supporto 2
Medium Term
FTSE 100
la settimana da lunedì 16 ottobre
13/10/2017 - h.22,45 Settimana cauta per l’indice britannico che chiude l’ottava con una timida salita dello 0,17%. Si conferma in crescita la produzione in Regno Unito, soprattutto quella manifatturiera, che risulta anche migliore delle attese. Gli ultimi dati diffusi dall'Istituto Nazionale di Statistica della Gran Bretagna (ONS) segnalano che l'indice della produzione industriale ha registrato, nel mese di agosto, un incremento dello 0,2% su mese dopo il +0,3% (rivisto da +0,2%) del mese precedente, risultando in linea con le attese degli analisti. Il dato tendenziale segna un +1,6% dopo il +1,1% del mese precedente e ben oltre il +0,8% atteso dagli analisti. A fare da traino è la produzione manifatturiera, che cresce su base mensile dello 0,4% dopo il +0,4% (rivisto da +0,5%) del mese precedente. Il dato supera il consensus di +0,2%. A livello annuale, si registra un allungo pari a +2,8% da +2,7% precedente e contro il +1,9% atteso.
Grafico settimanale
Gli indicatori dell'indice FTSE 100
7581,88 Resistenza 2
Variazione % 0,17
7546,73 Resistenza 1
5,50 Performance da inizio anno %
7535,44 Last
Score 75
7511,58 Supporto 1
acquisto Outlook
7498,76 Supporto 2
Medium Term
CAC 40
la settimana da lunedì 16 ottobre
13/10/2017 - h.22,45L’indice della borsa di Parigi chiude l’ottava in calo (-0,15%). Inflazione in calo in Francia nel mese di settembre, a causa della flessione dei prezzi dei servizi, e in misura minore del calo dei prezzi alimentari. Modesta, invece, la discesa dei prezzi dell'energia mentre i prodotti della manifattura hanno registrato un'accelerazione. Secondo l'Istituto Statistico Nazionale Francese (INSEE), i prezzi al consumo sono diminuiti dello 0,2% su mese, mentre su base annuale i prezzi hanno riportato una crescita stabile dell'1%. Ad agosto i prezzi al consumo erano saliti dello 0,5% su mese ed erano aumentati dello 0,9% su anno. Il dato armonizzato ha segnato invece un -0,2% su base congiunturale e un +1,1% su base tendenziale.
Grafico settimanale
Gli indicatori dell'indice CAC 40
5395,86 Resistenza 2
Variazione % -0,15
5369,17 Resistenza 1
10,07 Performance da inizio anno %
5351,74 Last
Score 60
5342,48 Supporto 1
acquisto Outlook
5330,37 Supporto 2
Medium Term
IBEX 35
la settimana da lunedì 16 ottobre
13/10/2017 - h.22,45 L’indice Ibex 35 ha chiuso la settimana con una performance positiva (+0,71%). Rivista al rialzo l'inflazione in Spagna, che si posiziona comunque ancora sotto il target fissato dalla BCE (2%). Secondo l'ufficio statistico spagnolo INE, nel mese di settembre, l'indice dei prezzi al consumo è risultato in aumento dell'1,8% su base tendenziale, surclassando la stima preliminare del +1,6%. Su base congiunturale si è registrata una salita dei prezzi dello 0,2%, confermando le stime preliminari e dal consensus. L'inflazione armonizzata annuale registra una crescita dell'1,8% mentre a livello mensile segna un 0,6% come previsto.
Grafico settimanale
Gli indicatori dell'indice IBEX 35
10324,05 Resistenza 2
Variazione % 0,71
10255,85 Resistenza 1
9,69 Performance da inizio anno %
10258,00 Last
Score 30
10187,65 Supporto 1
debole Outlook
10175,48 Supporto 2
Medium Term
DJ-EStoxx50
la settimana da lunedì 16 ottobre
13/10/2017 - h.22,45 Settimana cauta per l’indice Eurostoxx che chiude l’ottava con una salita appena dello 0,03%. Mario Draghi loda gli effetti delle misure straordinarie a sostegno dell'economia dispiegate dalla Banca Centrale Europea e fissa un timing, seppure molto generico, sul prossimo rialzo dei tassi. Parlando presso il Peterson Institute a Washington il Presidente dell'Eurotower ha spiegato che le misure straordinarie potranno anche avere effetti distorsivi, ma i vantaggi che hanno consentito in termini di posti di lavoro creati sono tali "che possiamo ignorare" queste distorsioni. "Tutte le politiche monetarie, per definizione, sono distorsive. La questione chiave è che se crei 7 milioni di posti di lavoro nell'Area Euro negli ultimi 4 anni, le distorsioni potranno esserci ma i vantaggi sono tali che le puoi ignorare" ha spiegato. Quanto al primo rialzo del costo del denaro, Draghi ha affermato che i tassi di interesse non verranno alzati se non "ben dopo" che sarà stato terminato il programma di acquisti di titoli, aggiungendo che questo "ben oltre" è molto importante per ancorare le aspettative di inflazione. Il Presidente ha dunque ribadito la rilevanza della "foward guidance", l'orizzonte previsionale che la stessa BCE fornisce sulle sue intenzioni di politica monetaria per il futuro. Pertanto i tassi non saliranno "finché non vedremo segni" di risalita dell'inflazione, tali da rimuovere il programma di acquisti di titoli, ha dichiarato.
Grafico settimanale
Gli indicatori dell'indice DJ-EStoxx50
3632,20 Resistenza 2
Variazione % 9,54
3613,36 Resistenza 1
9,54 Performance da inizio anno %
3604,55 Last
Score 75
3594,52 Supporto 1
acquisto Outlook
3587,59 Supporto 2
Medium Term
Avviso
Le Informazioni, in quanto frutto di stime e giudizi espressi al momento in cui vengono analizzate, possono essere soggette a cambiamenti e modifiche senza preavviso.
Qualsiasi decisione d'investimento presa sulla base delle presenti Informazioni è di esclusiva responsabilità dell'utente del sito.
Tali Informazioni non sono pertanto da intendersi in nessun modo come una sollecitazione al pubblico risparmio o all'investimento.