Sabato 23 Gennaio 2021, ore 22.39
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

USA, il Grande Debitore

Il deficit manifatturiero degli USA ha arricchito Cina, Giappone, Germania...

Guido Salerno Aletta
Guido Salerno Aletta
Editorialista dell'Agenzia Teleborsa
1 2 3 »

Gli Stati Uniti sono i più grandi debitori al mondo. La loro colpa è aver abbandonato sin dagli anni Ottanta l'industria manifatturiera, la Old Economy, a favore della New Economy. Mentre la prima assicura occupazione stabile e redditi dignitosi, la seconda crea colossi tecnologici che svettano per il loro valore di Borsa.

I dati sono impressionanti: alla fine del terzo trimestre dello scorso anno, la posizione debitoria finanziaria netta degli USA verso l'estero (IIP) ha raggiunto il record negativo di 13.950 miliardi di dollari: a fronte di attività detenute per 29.410 miliardi ha passività per 43.360 miliardi. Rapportata al PIL, è arrivata al 66%.



Per fare un paragone, stanno messi peggio solo i Paesi colpiti dai default bancari e del debito pubblico a seguito della crisi finanziaria del 2008: l'Irlanda ha un debito estero pari al 172% del PIL, la Grecia al 151%, la Spagna al 74%.

La Francia ha passività nette pari al 23% del PIL, mentre l'Italia è in sostanziale pareggio visto che ha passività nette per appena 28 miliardi di dollari, pari all'1,7% del PIL. Il recupero dell'Italia, che era sempre stata importatrice di capitali e quindi debitrice netta, è stato determinato da un avanzo strutturale, a partire dal 2011, delle partite commerciali con l'estero.
1 2 3 »
Altri Editoriali
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.