Facebook Pixel
Milano 13:39
34.520 -0,34%
Nasdaq 23-lug
19.754 0,00%
Dow Jones 23-lug
40.358 0,00%
Londra 13:39
8.161 -0,07%
Francoforte 13:39
18.443 -0,62%

Da RdC a pacchetto lavoro, tensione Sindacati-Governo

Le parti sociali chiedono il confronto che fino ad oggi non c'è stato

Economia
Da RdC a pacchetto lavoro, tensione Sindacati-Governo
(Teleborsa) - Sale la tensione tra Governo e Sindacati. "Sarebbe utile che il governo non pensasse al lavoro solo il primo maggio, ma tutti gli altri giorni dell'anno. I provvedimenti vanno nella direzione sbagliata. E siamo molto preoccupati". Lo ha detto il segretario della Cgil, Maurizio Landini in Rai alla presentazione del concerto del Primo maggio.

"Non abbiamo un problema di stranieri che vengono in Italia, ma di italiani che se ve vanno per mancanza di lavoro. "La povertà non si risolve cancellando il Reddito di cittadinanza", ha proseguito il numero uno della Cgil, aggiungendo che "il metodo attuato dal governo di non confrontarsi con i sindacati ci ha portati alla mobilitazione".

Sulla stessa linea il segretario della Cisl, Luigi Sbarra: "E' un metodo inaccettabile", ha rimarcato. "Sul pacchetto lavoro e sul Reddito di cittadinanza il governo non ha attivato nessuna fase di confronto con le parti sociali. Vediamo susseguirsi bozze che smentiscono le precedenti, anche con cambiamenti repentini. Prima di convocare il Consiglio dei ministri, il governo farebbe bene a concentrarsi su temi importanti e decisivi per la vita delle persone ad adoperarsi per una fase di confronto", ha insistito il leader della Cisl.

"Quando dicono che saranno al lavoro con il Consiglio dei ministri e i ragazzi saranno al concertone, spiegheranno allo stesso modo che la precarietà passerà da un anno a tre anni?", chiede Pierpaolo Bombardieri della Uil. "Non abbiamo avuto ancora la possibilità di leggere il decreto su lavoro e Reddito di cittadinanza, se non dalle notizie di stampa", ha sottolineato.
Condividi
```