Facebook Pixel
Milano 19-apr
33.922,16 +0,12%
Nasdaq 19-apr
17.037,65 -2,05%
Dow Jones 19-apr
37.986,4 +0,56%
Londra 19-apr
7.895,85 +0,24%
Francoforte 19-apr
17.737,36 -0,56%

Leonardo, BofA aumenta target price e conferma Buy

Difesa, Finanza, Consensus
Leonardo, BofA aumenta target price e conferma Buy
(Teleborsa) - Bank of America (BofA) ha aumentato il target price su Leonardo, big italiano della difesa, a 27 euro per azione (da 23 euro), confermando la raccomandazione "Buy". Gli analisti hanno lasciato sostanzialmente invariate le stime su ricavi ed EBITA, ribadendo la view positiva sul titolo in considerazione delle forti prospettive della domanda e della valutazione interessante (viene scambiato a 10x EV/EBIT FY25, rispetto alla media del settore a circa 13x).

Gli analisti scrivono che Leonardo ha fornito una notevole quantità di colore al piano industriale, che ritengono fornisca molti dettagli per aiutare gli investitori a capire come si prevede che ogni azienda si svilupperà, cosa sta guidando l'espansione dei margini (elettronica ed elicotteri) e dove verranno effettuati i maggiori investimenti (circa il 40% del capex sarà speso in Elettronica e Cyber).

Per quanto riguarda specificamente lo spazio, Leonardo sta attualmente creando una nuova divisione spaziale autonoma per riflettere le ambizioni in questo settore. Dato che Leonardo non entrerà in Satcom o nei lanciatori (due aree impegnative), questa scelta può essere di supporto per Leonardo se eseguita bene. Nella Difesa, gli analisti considerano MBDA attualmente una delle risorse più strategiche nella difesa europea, dati il forte backlog e i margini, e credono che il tono di Leonardo sia diventato più costruttivo quando si affrontano le future collaborazioni con Hensoldt, che potrebbero fornire nuove opportunità nell'area.

Alla Global Industrials Conference di BofA, il management ha ribadito il potenziale risparmio sui costi di circa 1,8 miliardi di euro nei prossimi 5 anni. Leonardo prevede di ottenere questi risparmi sui costi semplificando la propria offerta di prodotti, chiudendo attività non core, aumentando la digitalizzazione per ridurre i tempi di consegna durante la conversione del portafoglio ordini in ricavi e riducendo i costi OpEx e di sede centrale. "Riteniamo che ciò sia incoraggiante per la traiettoria di redditività di Leonardo, se eseguito correttamente", si legge nella ricerca.
Condividi
```