Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Domenica 22 Settembre 2019, ore 10.43
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Draghi promette un altro QE, le dinamiche inflazionistiche si sono indebolite

La ripresa nell'Eurozona prosegue moderatamente, ma i rischi al ribasso sono in aumento

Economia ·
(Teleborsa) - Le prospettive di ripresa dell'inflazione si fanno più deboli e la probabilità che i prezzi possano tornare al livello desiderato dalla BCE diminuisce. E' quanto ha indicato il presidente della BCE, Mario Draghi, che intervenendo al Parlamento europeo ha ribadito ancora una volta la disponibilità della banca centrale europea a fare tutto il necessario per sostenere l'economia della zona euro.

Il numero uno dell'Eurotower ha sottolineato che l'indebolimento delle dinamiche inflazionistiche è dovuto ai "bassi prezzi del petrolio e all'effetto dell'euro forte". Draghi ha riconosciuto che "la ripresa nell'Eurozona prosegue moderatamente", ma ha avvertito sui "rischi al ribasso da crescita e commercio globali chiaramente visibili".

Davanti a un'inflazione più debole, il banchiere ha ammesso la necessità di "fare di più" rispetto a quanto già previsto a marzo, lasciando intendere che la BCE è pronta a un altro Quantitative easing, rivendicando che il piano è uno "strumento particolarmente flessibile e potente".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.