Facebook Pixel
Domenica 5 Febbraio 2023, ore 04.26
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

SEC propone norma per risolvere conflitto di interesse negli ABS

Finanza ·
(Teleborsa) - A oltre 14 anni dalla grande crisi finanziaria e 12 dall'approvazione del Dodd-Frank Act - il principale intervento di riforma di Wall Street post crollo del 2008 - il principale regolatore dei mercati finanziari statunitensi ha proposto l'introduzione di una regola che impedisce agli operatori di scommettere contro gli stessi asset backed security (ABS) che vendono ad altri investitori.

Gli ABS sono strumenti finanziari i cui flussi (in termini di interessi e di capitale) sono collegati ai flussi di cassa associati a un pool di strumenti segregati. Gli ABS sono strumenti emessi a fronte di operazioni di cartolarizzazione.

La Securities and Exchange Commission (SEC) ha presentato oggi una norma che ha lo scopo di impedire la vendita di ABS che sono "viziati da conflitti di interesse materiali". Nello specifico, la norma vieterebbe ai partecipanti alla cartolarizzazione di impegnarsi in determinate operazioni che potrebbero incentivare un partecipante alla cartolarizzazione a strutturare un ABS in modo tale da anteporre gli interessi del partecipante alla cartolarizzazione a quelli degli investitori in ABS.



La SEC aveva inizialmente proposto una norma per l'attuazione della proposta, prevista all'interno del Dodd-Frank Act, nel settembre 2011. Il Dodd-Frank Act, che prende il nome dal senatore Chris Dodd del Connecticut e il rappresentante Barney Frank del Massachusetts, è stato approvato nel 2010. La proposta odierna è ora soggetta ai commenti del pubblico per almeno 60 giorni.

"Sono lieto di sostenere questa norma riproposta in quanto soddisfa il mandato del Congresso di affrontare i conflitti di interesse nel mercato delle cartolarizzazioni, che hanno contribuito alla crisi finanziaria del 2008", ha affermato il presidente della SEC, Gary Gensler.

"Questa norma riproposta è concepita per aiutare ad affrontare i conflitti di interesse che sorgono con i partecipanti al mercato che assumono posizioni contro gli interessi degli investitori. Inoltre, come richiesto dal Dodd-Frank Act, la norma riproposta prevede eccezioni per le attività di mitigazione del rischio, il market making in buona fede e alcuni impegni di liquidità. Questi cambiamenti, presi insieme, andranno a vantaggio degli investitori e dei nostri mercati".

Se adottata, la nuova norma vieterebbe a un sottoscrittore, agente di collocamento, acquirente iniziale o sponsor di un ABS, comprese le affiliate o le sussidiarie di tali entità, dall'impegnarsi, direttamente o indirettamente, in qualsiasi transazione che implicherebbe o comporterebbe qualsiasi conflitto di interessi materiale tra il partecipante alla cartolarizzazione e un investitore in tali ABS.

Secondo la norma proposta, tali transazioni includono, ad esempio, una vendita allo scoperto dell'ABS o l'acquisto di un credit default swap o di un altro derivato di credito che dà diritto al partecipante alla cartolarizzazione a ricevere pagamenti al verificarsi di specifici eventi di credito in relazione all'ABS.

(Foto: Foto di Nick Chong su Unsplash)
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.