Facebook Pixel
Milano 17-apr
0 0,00%
Nasdaq 17-apr
17.493,62 -1,24%
Dow Jones 17-apr
37.753,31 -0,12%
Londra 17-apr
7.847,99 +0,35%
Francoforte 17-apr
17.770,02 +0,02%

Giornata mondiale dell'udito, Bosatelli: "La sfida delle aziende è essere inclusive"

Energia, Finanza, Sostenibilità
Giornata mondiale dell'udito, Bosatelli: "La sfida delle aziende è essere inclusive"
(Teleborsa) - In vista del World Hearing Day, la Giornata Mondiale per sensibilizzare Istituzioni e opinione pubblica sui problemi e le patologie dell’apparato uditivo, che si celebra domenica 3 marzo 2024, si è tenuta presso la Sala Regina di Montecitorio la "Hear-a-thon Italia, la Maratona dell’Udito".

A margine del panel "Le errate percezioni sulla disabilità uditiva", l’intensa testimonianza di Fabio Bosatelli, affetto da sordità profonda fin dalla nascita. Il manager lavora da anni per il Gruppo Enel e ricopre la carica di Head of Automation and Robotics in Enel Green Power.

Bosatelli ha raccontato con semplicità e passione la sua esperienza umana e professionale, che lo ha portato a convivere con la patologia e a superare tanti degli ostacoli che si è trovato di fronte. "La prima cosa è riconoscere e comprendere i propri limiti - ha detto - per provare a superarli. È una strada lunga, una scalata che va affrontata senza guardare alla vetta della montagna, ma passo dopo passo, obiettivo dopo obiettivo".

Nonostante le innumerevoli difficoltà incontrate, il coraggio e la determinazione di Fabio lo hanno condotto a conseguire due lauree, una in ingegneria e una in economia, un MBA in Business Administration ed oggi a coordinare team e progetti che coinvolgono più di 100 persone in tutto il mondo. "Siamo responsabili di due macro-attività: le attività con droni, robot ed intelligenza artificiale che prevedono manutenzione e ispezione degli impianti con tecnologie innovative, e la governance delle Advanced Analytics”.

Una meta raggiunta grazie alla sua forza d’animo, al duro lavoro e al supporto dell’azienda che lo ha accompagnato e sostenuto. Enel ha infatti lanciato una challenge per mettere a disposizione di Fabio, così come di altre persone, clienti e stakeholder, un'innovativa app, sviluppata dalla start-up Pedius, che consente di effettuare telefonate attraverso le tecnologie di riconoscimento e sintesi vocale.

Un’iniziativa che segna un vero e proprio primato: il Gruppo è stato infatti tra i primi ad avvalersi di questa soluzione per supportare tutti coloro i quali presentano patologie uditive. "Enel mette davvero al centro le persone. Quest’app per me è stata fondamentale e mi ha consentito di interagire telefonicamente con clienti e colleghi, semplificandomi la vita e il lavoro".

"Si tratta sì di includere – continua Fabio Bosatelli – ma anche e soprattutto di integrare. Noi tutti abbiamo questa bella e giusta aspirazione; intessere le nostre relazioni umane e professionali, essere messi nelle condizioni di sprigionare il nostro valore e condividerlo con gli altri per metterlo a disposizione di tutti".


Condividi
```