Facebook Pixel
Milano 17-apr
33.632,71 0,00%
Nasdaq 17-apr
17.493,62 -1,24%
Dow Jones 17-apr
37.753,31 -0,12%
Londra 17-apr
7.847,99 0,00%
Francoforte 17-apr
17.770,02 0,00%

OneDay lancia la startup proptech WAO. In fase pre-seed ha raccolto 800 mila euro

L'obiettivo della nuova società è realizzare e gestire spazi di co-working e co-living

Economia
OneDay lancia la startup proptech WAO. In fase pre-seed ha raccolto 800 mila euro
(Teleborsa) - OneDay Group (gruppo a cui fanno capo, tra le altre, ScuolaZoo e WeRoad) ha dato vita a una nuova startup: si chiama WAO (acronimo di We Are Open) e opera nel settore real estate con l'obiettivo di progettare, realizzare e gestire spazi smart, inclusivi e innovativi di co-working e co-living per start-up, freelance e nuove generazioni. La startup nasce dall'esperienza maturata con il campus OneDay composto dal C30, C32 e PL7: tre luoghi nati da un progetto di rigenerazione urbana e che ora ospitano startup, professionisti freelance ed eventi.

WAO ha chiuso un round pre-seed dal valore di 800 mila euro (a cui ha partecipato sia OneDay Group che singoli investitori esterni e privati), finanziamento che servirà alla startup per rinforzare il team, realizzare progetti per gli attuali building C30, C32 e PL7 e dare vita a un piano investimenti per la realizzazione di nuovi spazi di co-working e co-living.

La nuova società creerà "soprattutto due tipologie di spazi: co-working e co-living, i luoghi dove le persone passano più tempo (lavoro e casa) e che possono ospitare altre attività in grado di integrarsi con la propria routine giornaliera, creando esperienze a 360 gradi", spiega il CEO e Co-Founder Massimiliano Zampini, classe 1988 e parte della quarta generazione di una famiglia di artigiani edili.

"Due valori importanti dei progetti di WAO sono la rigenerazione urbana e l'adattamento al quartiere che li ospita - aggiunge - In tantissime città ci sono luoghi abbandonati che per essere trasformati in servizi per i cittadini necessitano di un'idea e di un operatore che la realizzi, e che devono inoltre avere la capacità di conciliarsi con la cultura e la vita del quartiere dove sorgono per non diventare dei corpi estranei".

Il 2024 sarà l'anno dell'avvio dei lavori del primo co-living: WAO ha infatti siglato un contratto con RealStep - società di sviluppo immobiliare specializzata nella rigenerazione urbana sostenibile di siti ex industriali - per la gestione dell'immobile in Via Barrella 6 a Milano, nel Certosa District, il distretto situato nella?zona nord-ovest della città e oggetto di un importante progetto di riqualificazione promosso proprio da RealStep. L'edificio, acquistato dalla società nel 2022, ha una superficie lorda di 11.000 mq e diventerà il primo co-living di WAO che ospiterà unità abitative, centri di formazione e luoghi di aggregazione e d'incontro per la community.
Condividi
```