Facebook Pixel
Milano 14-giu
0 0,00%
Nasdaq 14-giu
19.659,8 +0,42%
Dow Jones 14-giu
38.589,16 -0,15%
Londra 14-giu
8.146,86 -0,21%
Francoforte 14-giu
18.002,02 -1,44%

Export, Zoppas (ICE): superati i 100 miliardi di euro nei primi due mesi del 2024

Economia
Export, Zoppas (ICE): superati i 100 miliardi di euro nei primi due mesi del 2024
(Teleborsa) - "La crescita dell’export dell’1,7% registrata a febbraio 2024, rispetto allo stesso mese del 2023, si inserisce in un contesto altamente volatile di difficile prevedibilità. Il dato è caratterizzato da forti divergenze tra Paesi di destinazione: negli USA le esportazioni a febbraio 2024 crescono del +23,7% rispetto allo stesso mese del 2023, in Cina, per la quale ogni previsione è difficile, calano del -57,6%, così come anche in Germania dove registriamo un calo del -5,4%, proseguendo un trend che si protrae ormai da 11 mesi. Ci confrontiamo quindi con un quadro segnato da profonde incertezze causate anche dal perdurare di tensioni geopolitiche internazionali". Così il presidente di ICE Agenzia, Matteo Zoppas, commentando i dati dell’export relativi a febbraio 2024 diffusi oggi dall’Istat..

"Nei primi due mesi del 2024 il saldo commerciale italiano è stato positivo per 8,5 miliardi di euro, un dato incoraggiante se si considera che nello stesso periodo del 2023 era negativo per -2,1 miliardi. Le esportazioni italiane nel periodo gennaio-febbraio 2024 hanno superato i 100,8 miliardi di euro grazie alle buone performance dei mezzi di trasporto (+18,1%), dei macchinari (+6,6%) e dell’alimentare (12,7%)", ha aggiunto.

"Nel periodo gennaio-febbraio 2024 l’export verso la Cina è diminuito del -52% un andamento che però sconta l’exploit del comparto farmaceutico nello stesso periodo del 2023, pari a 3,3 miliardi di euro contro i 114 milioni di euro dei primi due mesi del 2024. Se si esclude la farmaceutica le esportazioni verso la Cina, nei primi due mesi del 2024, sono cresciute del 16,6%. Rallentano le vendite verso la Germania che nel periodo gennaio-febbraio 2024 sono scese del 4,1%, a causa dell’andamento delle esportazioni del comparto metalli (-17,1%), tessile e abbigliamento (-5%) e dell’arredamento (-10%)", ha poi sottolineato Zoppas.

"Positivo il confronto con l’andamento dei principali esportatori europei a conferma della preferenza dei consumatori per i prodotti del Made in Italy. Nel solo mese di febbraio le esportazioni italiane sono cresciute del +1,7% rispetto a febbraio 2023 in controtendenza con la media UE che ha registrato una contrazione del 2% – ha proseguito –. L’andamento delle esportazioni dei principali Paesi europei è stato negativo, con la Germania che cala del -1,1%, i Paesi Bassi del -7,8% e la Spagna che scende del -4%, fa eccezioni la Francia che a febbraio 2024 ha visto crescere le esportazioni del 1,2%, comunque meno rispetto alla crescita di quelle dell’Italia".

"Buona la performance delle vendite dell’Italia nei paesi extra-UE con una crescita nel mese di febbraio (rispetto a gennaio 2024) del 7,5%, grazie in particolare ai beni strumentali, cui contribuiscono le vendite a elevato impatto di mezzi di navigazione marittima verso gli Stati Uniti. Stabile l’export verso l’area Ue con un modesto +0,3%", ha concluso il presidente di ICE Agenzia.
Condividi
```