Facebook Pixel
Milano 21-giu
33.308,77 -1,09%
Nasdaq 21-giu
19.700,43 -0,26%
Dow Jones 21-giu
39.150,33 +0,04%
Londra 21-giu
8.237,72 -0,42%
Francoforte 21-giu
18.163,52 -0,50%

Patto di Stabilità, Gentiloni: soddisfatto del voto, nuove regole migliorano quelle attuali

Economia
Patto di Stabilità, Gentiloni: soddisfatto del voto, nuove regole migliorano quelle attuali
(Teleborsa) - Il commissario europeo all'Economia, Paolo Gentiloni, ha dichiarato di essere soddisfatto per l'approvazione delle nuove regole del Patto di Stabilità e di Crescita. "Migliorano le regole attuali", ha spiegato da Strasburgo, perché "nonostante sia stato influenzato dalla forte spinta verso le posizioni più rigide dei tedeschi, è rimasta buona parte dell'impostazione originale della Commissione europea". Incontrando la stampa italiana dopo il voto ha affermato di essere consapevole che si tratta di un compromesso: "sappiamo che la questione è da sempre una delle questioni più complicate e più controverse a livello europeo. Ma aver raggiunto questo compromesso e poterlo varare con il voto finale di oggi a larghissima maggioranza del Parlamento europeo è molto positivo".

Gentiloni ha sottilineato che questo compromesso conserva alcuni degli aspetti fondamentali della proposta della Commissione. "In primo luogo una maggiore gradualità nei percorsi di aggiustamento di bilancio. In secondo luogo la possibilità, anzi l'impegno per ciascun paese a disegnare il proprio percorso di riforme, investimenti e prudenza di bilancio nei prossimi quattro sette anni. In terzo luogo, e questo grazie anche al contributo del Parlamento europeo, uno spazio certamente maggiore per gli investimenti, rispetto alle regole esistenti. Si tratta in particolare di investimenti legati alla difesa, investimenti legati al cofinanziamento di fondi europei, investimenti legati alle nostre grandi priorità come Unione europea".

"Per l'Italia – ha proseguito Gentiloni – questo naturalmente vuol dire che abbiamo di fronte una doppia sfida: da un lato la sfida di politiche di bilancio prudenti, che sono indispensabili per un paese con un deficit e un debito così alti. Al tempo stesso la sfida continua con investimenti pubblici che sostengano la crescita e sostengono la nostra economia". "Qui naturalmente – ha aggiunto – ci soccorrono le nuove regole di bilancio, ma ci soccorre anche il PNRR, la grande disponibilità delle risorse del PNRR".
Condividi
```