Mercoledì 25 Novembre 2020, ore 08.43
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

MPS, Deutsche Bank e il "Progetto Santorini"

Economia ·
(Teleborsa) - Scommesse finanziarie andate male, rimedi ad hoc per coprirle, dossier mai rivelati. Sembra la trama di un film di Hollywood, invece si tratta del cosiddetto "Progetto Santorini", ovvero una serie di accordi presi tra Banca Monte dei Paschi di Siena e Deutsche Bank in piena crisi finanziaria.



A rivelarlo è Bloomberg News, che avrebbe ottenuto le 70 pagine del file che illustrano i deal tra le due banche.

La storia parte da una maxi perdita di MPS legata ad un contratto derivato stipulato qualche anno prima con Deutsche Bank. Oggetto del derivato erano i titoli Intesa Sanpaolo. La banca tedesca aveva scommesso su un loro ribasso, Rocca Salimbeni era invece la controparte che scommetteva al rialzo. La crisi del 2008 dimezzò il valore di Intesa, e così MPS si ritrovò con un buco da 367 milioni che non aveva alcuna intenzione di contabilizzare, ma che doveva comunque pagare a Deutsche Bank, pur non avendo liquidità.

Fu così che venne elaborato a fine 2008 il "Progetto Santorini", un escamotage per evitare il tracollo dell'Istituto toscano che si è rivelato però un grosso affare per DB.

Deutsche Bank prestò a MPS 1,5 miliardi di euro, utilizzati per chiudere il precedente contratto derivato con accollo della perdita da 367 milioni. Il "Progetto" contemplava inoltre che Monte dei Paschi facesse una scommessa perdente sul valore dei titoli di Stato Italiani.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.