Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Martedì 18 Giugno 2019, ore 03.48
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Decretone, Pensione cittadinanza anche per nuclei con disabili

Lo prevede un emendamento del Governo

Economia ·
(Teleborsa) - Si allargano le maglie per l'accesso alla pensione di cittadinanza a favore dei nuclei familiari con una o più persone in condizioni di disabilità o non autosufficienza. Lo prevede un emendamento del Governo al decretone su Reddito di cittadinanza e Quota 100 depositato in commissione alla Camera.

La norma prevede che la pensione di cittadinanza sia concessa non solo a coloro che hanno almeno 67 anni e gli stessi requisiti per il reddito ma anche a chi ha almeno 67 anni e nel suo nucleo familiare ha persone di età inferiore con disabilità o non autosufficienti.

L'emendamento del Governo alza poi di ulteriori 7.500 euro il limite del patrimonio mobiliare per accedere al beneficio in presenza di componenti del nucleo familiare con disabilità gravi o non autosufficienti. Rivisto in questi casi anche il parametro della scala di equivalenza che arriva ad un massimo di 2,2 rispetto al 2,1 fissato per le famiglie numerose.

La relazione tecnica che accompagna l'emendamento stima un onere aggiuntivo di 12,8 milioni di euro per il 2019 e di circa 17 milioni per gli anni successivi.

QUOTA 100 -
Intanto, sul fronte pensioni, l'Inps comunica che alle 17 del 14 marzo sono 92.280 le domande presentate.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.