Facebook Pixel
Milano 17:35
34.615 +1,17%
Nasdaq 19:09
19.804 +0,22%
Dow Jones 19:09
40.398 +0,27%
Londra 17:35
8.199 +0,53%
Francoforte 17:35
18.407 +1,29%

Pensioni: la logica è quella della riforma Fornero

Giovanni Portuesi candidato CSPI lista Anief "Democrazia, responsabilità e partecipazione" per la scuola Primaria

"Pensioni: il sistema previdenziale ha troppe criticità e la politica sembra fare passi indietro. La logica sembra rimanere quella della riforma Fornero". E' quanto afferma Giovanni Portuesi candidato CSPI lista Anief "Democrazia, responsabilità e partecipazione" per la scuola Primaria, Segretario generale e presidente regionale Anief Sicilia.

"Nonostante nella Legge di Bilancio siano state previste, per il 2024, nuove forme di uscita pensionistica anticipata, seppur con criteri peggiorativi rispetto agli anni precedenti, rimane la questione fondamentale del nodo del superamento della Fornero. Le promesse della campagna elettorale non sembrano essere state mantenute - sottolinea il sindacalista - perché non solo si prospetta un ritorno alla legge Fornero, ma addirittura le previsioni contenute nel nuovo DEF, il Documento di Economia e Finanza, sembrano essere peggiorative".

"Anief non ci sta - ribadisce Portuesi - noi riteniamo che il comparto istruzione sia un comparto estremamente particolare: ha un milione di laureati e bisognerebbe cominciare a ragionare sulla possibilità di riscatto gratuito degli anni della pensione".

"Si va in pensione troppo tardi, - prosegue il candidato di Anief - il personale della scuola, in particolar modo il personale docente, è sottoposto a burn-out e allora rispetto a questo è necessario che si preveda, un'apposita finestra di pensione a 62 anni, come avviene nelle forze armate, senza alcuna penalizzazione, che con la possibilità di ricongiungimento, cioè di riscatto gratuito degli anni di laurea, sicuramente potrebbe far andare in pensione più tranquillamente e con un assegno più cospicuo il personale della scuola".

Condividi
"
Altri Video
```