Teleborsa utilizza cookie, anche di terze parti, e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie.
Chiudendo questa notifica dichiari di aver preso visione e di ACCETTARE LA PRIVACY E I COOKIE DI TELEBORSA.

 
Sabato 4 Aprile 2020, ore 04.40
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Gb, retromarcia Johnson e "lockdown all'italiana"

"Dovete stare a casa", così BoJo "imita" Conte

Economia, Politica ·
(Teleborsa) - Dopo un approccio fin troppo "rilassato" alla pandemia, Boris Johnson - che minimizzando aveva addirittura parlato di immunità di gregge, affidandosi al caso più che a una strategia mirata - prova a correre ai ripari e fa retromarcia, dopo il dilagare dei contagi passato da 1.543 a 6.650 casi in una settimana (con oltre 50 decessi).

Un cambio di passo annunciato prima dalla mossa del Foreign Office, che aveva chiesto ai cittadini all'estero di rientrare il prima possibile, e poi dal Ministro della Salute, Matt Hancock, che aveva aperto alla possibilità di "ulteriori misure draconiane" con il Regno Unito che, alla fine, ha messo in atto il "modello Italia".

Johnson come Conte - Nel suo discorso alla nazione trasmesso in tv da Downing Street, Johnson - esattamente come aveva Conte con qualche giorno di anticipo - ha annunciato misure senza precedenti, chiedendo alla popolazione di rimanere in casa e chiudendo pub e negozi non essenziali. "Devo dare al popolo britannico istruzioni molto semplici", ha affermato il primo Ministro. "Dovete stare a casa", è il sunto di misure e restrizioni in vigore per le prossime tre settimane.


Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.