Martedì 14 Luglio 2020, ore 19.20
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Dl Rilancio, Patuanelli: più fiducia alle imprese e meno burocrazia

Il Ministro dello Sviluppo economico: nel decreto ci sono 20 miliardi dedicati all'imprenditoria.

Economia ·
(Teleborsa) - Meno burocrazia e più fiducia nelle imprese. È questa la strada indicata dal Ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli per uscire dalla crisi. "Per cambiare davvero l'Italia, per andare alla velocità che ci serve, per uscire da questa crisi, bisogna abbattere la burocrazia. E per farlo c'è un solo modo: fidarsi delle imprese",ha affermato il Ministro a La Repubblica dopo il via libera del Consiglio dei Ministri al Dl Rilancio.

"I ristori a fondo perduto che servono a tenere in vita le imprese: penso ai 6 miliardi per quelle tra 0 e 5 milioni, alla rimozione dell'Irap, saldo e acconto di giugno fino a 250 milioni di fatturato, la riduzione dei costi fissi delle bollette elettriche. Ma ci sono anche norme di sistema come l'ecobonus e il sisma bonus al 110% e il rafforzamento del sistema delle start up e delle Pmi innovative", spiega il Ministro.

"Per le imprese intanto ci sono oltre 20 miliardi in questo decreto. La cosa più importante ora è agire sulla fiducia: lo Stato deve lasciare libere le imprese di reinventarsi, di crescere, e questo concetto dovrà essere alla base dei prossimi provvedimenti su semplificazione e sburocratizzazione", ha precisato Patuanelli.

Perché secondo il Ministro, "lo Stato deve accompagnare le imprese in questa difficile transizione e non appesantirne il percorso con la burocrazia inutile". E ha concluso: "vorrei vivere in un Paese in cui non serve un commissario straordinario per realizzare un'opera in tempi normali e le modifiche al codice degli appalti dovranno andare in questa direzione".
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.