Sabato 24 Ottobre 2020, ore 10.39
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Amazon.it compie 10 anni: previste 1.600 assunzioni in Italia

Secondo quanto annunciato dal colosso americano le posizioni aperte nei diversi settori saranno tutte a tempo indeterminato

Economia ·
(Teleborsa) - In occasione dei 10 anni di attività in Italia Amazon ha annunciato ha annunciato 1.600 nuove assunzioni a tempo indeterminato nel 2020 nel nostro Paese. Una crescita – sottolinea il gruppo americano – che porterà la forza lavoro dell'azienda a un totale di 8.500 dipendenti, rispetto ai 6.900 di fine 2019, in oltre 25 sedi in tutto lo Stivale.

Queste nuove opportunità di lavoro – fa sapere il colosso dell'e-commerce – "sono destinate a persone con ogni tipo di esperienza, istruzione e livelli di competenza in ambiti come lo sviluppo di software, la linguistica, la logistica, le risorse umane e It presso il centro direzionale di Milano, i centri di sviluppo di Torino e Asti, il servizio clienti di Cagliari, i centri di distribuzione, i depositi di smistamento e magazzini Prime Now, in tutto il paese".

Dai dati diffusi in occasione del decimo anno di attività in Italia emerge che nel 2019 Amazon in Italia ha realizzato 4,5 miliardi di euro di ricavi e – calcolando le spese per i centri di distribuzione, gli uffici e la nuova regione Aws (Milano) – investito 1,8 miliardi di euro, di cui 168 milioni di euro come spese in conto capitale. Per effetto indiretto di questi investimenti, l'azienda ha calcolato che lo scorso anno sono stati creati più di 120mila nuovi posti di lavoro, molti dei quali nelle 14mila piccole e medie imprese italiane che usano la vetrina Amazon made in Italy o i servizi come la logistica. Nel 2019, queste piccole e medie imprese hanno esportato prodotti dall'Italia per oltre 500 milioni di euro.

Per quanto riguarda il 2020, invece, Amazon prevede un investimento di 140 milioni di euro per la costruzione del quinto e del sesto centro di distribuzione, uno a Castelguglielmo/San Bellino, in Veneto, e uno a Colleferro, nel Lazio. Per la seconda parte dell'anno è stata programmata anche l'apertura di ulteriori depositi di smistamento a Catania, Cagliari, Genova, Pisa, Brescia, Parma e Milano.

Se si guarda al totale dei dieci anni di attività in Italia, dal 2010 al 2019, Amazon ha calcolato di aver investito direttamente oltre 5,8 miliardi di euro, incluse spese in conto capitale e spese operative. Questi investimenti insieme alla creazione di nuovi posti di lavoro, secondo lo Studio Keystone, hanno contribuito al Prodotto interno lordo dell'Italia per 7,6 miliardi di euro.

Sul fronte della contribuzione fiscale, tema oggetto di accuse e contenziosi coi giganti del web, Amazon nel 2019 ha calcolato di aver contribuito per 234 milioni di euro di cui 84 milioni di euro di imposte dirette, direttamente maturate e pagate da Amazon (quella sulle società, Ires e IRAP, l'imposta di registro, le imposte sui salari e le tasse per la previdenza sociale pagate dai datori di lavoro, i dazi di importazione), e altri 150 milioni di imposte indirette, riscosse e versate per conto di clienti, dipendenti e altre terze parti che includono Iva e contributi a carico dei dipendenti.

"Amazon – afferma Mariangela Marseglia, Vp country manager di Amazon.it e Amazon.es – è un potente motore di crescita per l'economia italiana. Attraverso l'innovazione, gli investimenti e la creazione di posti di lavoro, Amazon sta contribuendo alla trasformazione digitale del Paese, un processo che è diventato molto più che prioritario per sostenere l'economia in questi tempi impegnativi. In 10 anni abbiamo investito oltre 5,8 miliardi nell'economia italiana e nei suoi talenti, impiegando stabilmente migliaia di persone che ricevono fin dal primo giorno una retribuzione competitiva e benefit".






Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.