Facebook Pixel
Mercoledì 28 Febbraio 2024, ore 14.36
Azioni Milano
09 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Coronavirus, torna a tremare New York: da mercoledì 9 quartieri in lockdown

Gli Stati Uniti si confermano il paese più colpito. Nella metropoli circa 500mila persone di nuovo in quarantena, il sindaco De Blasio: "giorno difficile".

Economia, Salute e benessere ·
(Teleborsa) - Salgono a 35.163.114 i casi di Coronavirus registrati nel mondo con 1.037.122 vittime. Sono i numeri del conteggio della Johns Hopkins University che conferma come gli Stati Uniti restino di gran lunga il paese più colpito dalla pandemia.

Nel Paese, infatti, a fronte di quasi 7,5 milioni di casi i decessi hanno superato quota 200 mila (209.725). Torna a preoccupare anche la situazione di New York City dove nove quartieri tra Brooklyn e il Queens torneranno questa settimana in lockdown.

L'annuncio è arrivato direttamente dal sindaco della metropoli, Bill De Blasio, che ha confermato che da mercoledì questi quartieri – considerati focolai di infezione – nei due distretti Brooklyn e Queens torneranno in quarantena. Scuole e attività non essenziali saranno chiuse, la misura coinvolgerà anche i ristoranti che servono all'aperto. Secondo i calcoli dei media locali il provvedimento – che è in attesa dell'approvazione statale – riguarderà 500mila persone.

"E un giorno difficile – ha commentato De Blasio – Di fronte a nuove informazioni, dobbiamo agire. Non metteremo a rischio i progressi che abbiamo fatto".

L'India nel frattempo ha superato i 100 mila decessi, più di 6,5 milioni i contagi per un Paese. In Cina 16 i nuovi casi di coronavirus rispetto ai 10 registrati il giorno precedenti. La Commissione sanitaria nazionale ha fatto sapere che sono tutti importati dall'estero. Nel Paese da inizio pandemia sono stati registrati 85.450 casi per un numero complessivo di decessi pari a 4.634.
Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.