Facebook Pixel
Domenica 26 Giugno 2022, ore 13.42
Azioni Milano
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Covid, Gimbe: "Contagi calano ma molto più lentamente"

Oggi in Italia 30.310 casi e 108 morti

Economia, Salute e benessere ·
(Teleborsa) - Sono 30.310 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Italia, a fronte di poco più di 247mila tamponi tra molecolari e antigenici con il tasso di positività al 12,2%. Ancora alto il numero delle vittime che sono 108. Questi i numeri di oggi, giovedì 19 aprile, diffuso dal ministero della Salute.



Un confronto sulle misure anti-Covid adottate dai vari Paesi e su come rendere più efficienti i sistemi sanitari: questi i temi al centro della riunione dei ministri della Salute che si apre oggi a Berlino. Tra i Sette grandi l'allentamento delle restrizioni procede a velocità diverse, ad esempio sull'utilizzo delle mascherine sui mezzi di trasporto. Per l'Italia partecipa, ovviamente, il ministro Roberto Speranza: La campagna di vaccinazione a livello globale ci ha fatto aprire una stagione diversa. Dobbiamo continuare a sostenere i Paesi più fragili, perché dalla pandemia so esce solo tutti insieme", ha detto.


Nell'ultima settimana, intanto, l'Italia è il primo Paese per numero di morti Covid nella Regione europea e seconda a livello mondiale. E' quanto emerge dall'ultimo aggiornamento dell'Organizzazione mondiale della sanità, relativo al periodo 9-15 maggio. "Il numero settimanale più alto di morti Covid nell'ultima settimana" nel mondo "è quello segnalato dagli Stati Uniti (1.849 nuovi decessi; -27%)". Segue l'Italia con 765 morti settimanali (1,3 ogni 100.000 abitanti), dato comunque in calo del 16% rispetto ai 7 giorni precedenti. Alle spalle della Penisola tricolore ci sono la Russia (724 decessi; -21%), il Brasile (689; +1%) e la Francia (590; -19%).

Secondo il report sulle vaccinazioni contro il Covid-19 in Italia aggiornato con i dati di oggi, giovedì 19 maggio, sono state somministrate fino ad ora 137.430.342 dosi. Sono 48.622.979 le persone che hanno ricevuto le due dosi del primo ciclo o il vaccino monodose, una cifra pari al 90,05% della popolazione interessata. 39.493.236 le persone che hanno ricevuto la terza dose, pari all'82,79% della popolazione potenzialmente oggetto di dose addizionale. I bambini tra i 5 e gli 11 anni che hanno ricevuto almeno una dose sono 1.389.129.





Commenti
Nessun commento presente.
Per inserire stili HTML nel commento seleziona una parola o una frase e fai click sull'icona corrispondente.