Facebook Pixel
Milano 9:44
34.355 -0,65%
Nasdaq 12-lug
20.331 0,00%
Dow Jones 12-lug
40.001 +0,62%
Londra 9:44
8.205 -0,58%
18.695 -0,28%

Mobilità sostenibile, Gruppo FS a MIMO 2022

Luigi Corradi, AD di Trenitalia, ha partecipato al panel "Mobilita` integrata tra citta` e paesi, un’Italia a due velocita`"

Economia, Trasporti
Mobilità sostenibile, Gruppo FS a MIMO 2022
(Teleborsa) - "Mobilita` integrata tra citta` e paesi, un’Italia a due velocita`": c’era anche FS Italiane al panel organizzato all’Auditorium Testori di Milano nell’ambito di Milano Monza Motor Show 2022 in programma fino al 19 giugno. Ne dà notizia FS News - portale informativo del Gruppo - precisando che in rappresentanza del Gruppo ha partecipato Luigi Corradi, AD di Trenitalia, che con il Frecciarossa supporta l’evento motoristico internazionale in qualità di vettore ufficiale offrendo a chi partecipa al MIMO sconti per viaggiare a bordo delle Frecce.



Focus sull’evoluzione dell’auto elettrica, sull’allungamento del chilometraggio a batteria e sulla differenza tra utilizzo e possesso dell’auto ma anche l’incremento della micromobilità e di come la mobilità stia cambiando grazie ad un uso maggiore di monopattini e servizi di bike e car sharing: tanti e urgenti i temi legati al futuro della mobilità sostenibile e smart.

Spazio anche all’integrazione dei mezzi sostenibili di trasporto. E proprio sull'argomento Corradi ha illustrato i principali obiettivi del Polo Passeggeri, che prevede un piano di incremento dei collegamenti in connessione door to door dove la stazione ferroviaria diventa un punto fondamentale di interconnessione. Nuovi treni a basso impatto ambientale integrati a bus o servizi di sharing, parcheggi per auto elettriche nelle stazioni e la possibilità di portare a bordo del treno monopattini e bici rappresentano l’antidoto per disincentivare il trasporto individuale a favore di quello collettivo, sostenibile e integrato, nonché uno dei principali obiettivi del Piano Industriale di FS.

Al centro della discussione anche applicazioni dell'idrogeno e scenari futuri. "Il 75% delle linee ferroviarie in Italia sono già elettrificate e con i fondi del PNRR la percentuale salirà a oltre l’80%, quindi la strada continua ad essere quella dell’energia elettrica", ha sottolineato Corradi. "Rispetto all’utilizzo dell’idrogeno può essere impiegato su linee dove il costo di un’infrastruttura elettrica è notevole rispetto alla frequenza e all’utilizzo del treno e per questo stiamo lavorando con partner molto importanti per studiare un sistema di produzione e distribuzione sostenibile, sicuro e funzionale", ha concluso l’AD di Trenitalia.
Condividi
```